10 minuti? 20 secondi? Non importa. Le “micro-pause” dal lavoro sono salutari

Condividi su PinterestGli esperti dicono che semplicemente rilassarsi e guardare qualcosa di diverso è un buon modo per prendersi una “micro-pausa” dal lavoro. Westend61/Getty ImagesFare brevi pause può migliorare le tue prestazioni per determinati tipi di lavoro.Le pause lunghe offrono maggiori vantaggi, ma anche le pause di meno di un minuto hanno effetti misurabili.I tipi di lavoro impiegatizio e creativo traggono il massimo vantaggio dalle brevi pause.

Ti siedi per questo?

Forse non dovresti esserlo. Non per troppo tempo, comunque.

Allontanati dallo schermo solo per un minuto. Riempi il tuo caffè o prendi un bicchiere d’acqua. Guarda fuori dalla finestra.

Sessanta secondi sull’orologio. Davvero, vai avanti.

Sei già tornato? Congratulazioni, hai appena fatto una micro-pausa.

Secondo una nuova ricerca della West University di Timișoara in Romania, le micro-rotture possono aumentare significativamente il livello di energia e ridurre l’affaticamento.

Se ti stai prendendo una pausa da tipi di lavoro mentalmente ripetitivi o creativi, le micro-pause potrebbero persino aumentare le prestazioni.

Quanto dovrebbero essere brevi le micro-pause? E cosa dovresti fare durante quel periodo?

Nella loro analisi, i ricercatori hanno esaminato i risultati degli studi sulle micro-rotture degli ultimi 30 anni.

Una delle loro scoperte più fondamentali è stata che non esiste una definizione condivisa per quanto tempo dovrebbe durare una micro-interruzione.

Hanno concluso che il limite superiore dovrebbe essere di circa 10 minuti.

“In generale, più ti avvicini a 10 minuti, migliori saranno le tue prestazioni. Tuttavia, trarrai comunque vantaggio da pause più brevi”, ha detto a Healthline Jennifer Bramen, PhD, ricercatrice senior presso il Pacific Neuroscience Institute del Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica, in California.

Una pausa di 10 minuti è sicuramente breve, ma per le micro-pause, questo è il limite massimo.

Quindi quanto in basso puoi andare?

Jen Summers, PsyD, specialista in revisione dell’utilizzo presso Lightfully Behavioral Health con sede a Los Angeles, ha dichiarato a Healthline che “la ricerca mostra che in soli 27 secondi le micro-rotture possono ridurre l’affaticamento, aumentare le prestazioni e ottimizzare il dispendio energetico”.

Le micro-pause non tolgono molto tempo al compito da svolgere, ad esempio svolgere il proprio lavoro, ma poiché sono così brevi, può essere difficile sapere cosa fare.

Cosa puoi fare in 30 secondi?

Il dottor Alex Dimitriu, fondatore di Menlo Park Psychiatry & Sleep Medicine in California e BrainfoodMD, afferma che la strategia di base è il movimento.

“Alzati, cammina, fai stretching, fai flessioni”, ha detto a Healthline. “Mettersi in verticale e muoversi fa bene a far scorrere il sangue ed è sempre stato l’uso più salutare anche di un minuto libero. Tendiamo a stare troppo a lungo nella nostra vita quotidiana al lavoro”.

Bramen ha convenuto che fare qualcosa di fisico vale lo sforzo, anche in piccole quantità.

“Un ottimo uso di una breve micro-pausa è l’esercizio perché andrà a beneficio della tua salute mentale e fisica. Ad esempio, puoi fare squat o allungarti vicino alla tua scrivania”, ha detto.

“Stare intenzionalmente in piedi dopo essere stato seduto a una scrivania, fare stretching momentaneamente, fare una pausa per chiudere gli occhi o fare un respiro profondo e consapevole, sono tutti esempi di micro-pause”, ha affermato il dottor Summers.

“Per chi ha animali da pelliccia sul posto di lavoro, accarezzare il tuo cucciolo è un’ottima micro-pausa. Qualche altra idea: innaffia una pianta, cambia la posizione di un oggetto nella stanza, riempi la tazza con acqua, tè o caffè”, ha aggiunto.

Naturalmente, questo non vuol dire che vada tutto bene.

“I social media, la lettura di notizie o lo shopping su Amazon potrebbero non essere il miglior uso di questo tempo libero”, ha affermato Dimitriu.

In particolare, queste attività coinvolgono tutte il tempo davanti allo schermo, che potrebbe affaticare ulteriormente i tuoi occhi, soprattutto se guarderai lo schermo di un computer al termine della pausa.

Invece, prova a usare la tecnica 20/20/20.

“Ogni 20 minuti, guarda qualcosa a 20 piedi di distanza per 20 secondi”, ha detto Summers.

Se trascorressi l’intera giornata facendo una lunga pausa, non avresti fatto molto. Allora qual è il punto debole?

“La capacità di attenzione di una persona non è molto lunga. Una regola pratica è fare una pausa ogni 50-90 minuti”, ha detto Bramen.

“Le micro-pause sono molto brevi… e possono essere effettuate tutte le volte che lo si desidera. Si consiglia, tuttavia, di cambiare posizione da seduti a in piedi per allungare almeno ogni 30 minuti”, ha affermato Summers.

“La regola del 20-8-2 è facile da ricordare. Per ogni 20 minuti di seduta, prenditi 8 minuti in piedi e 2 minuti in movimento”, ha aggiunto Summers.

A seconda della tua situazione lavorativa, potresti essere in grado di fare micro-pause in base alle necessità. Ma non sarà vero per tutti.

“Nel mio lavoro, ho bisogno di strutturare il mio lavoro intorno alle pause o non le prendo. A meno che non imposto un timer, continuo a lavorare”, ha detto Bramen.

“La prevedibilità e la certezza di una pausa anticipata aiutano con il completamento delle attività, la definizione delle priorità e la gestione del tempo”, ha affermato Summers.

“Solo non distrarti”, avvertì Dimitriu. “Penso che il lavoro mirato debba rimanere la priorità mentre si lavora. Tuttavia, costruire e far rispettare tempi di pausa strutturati regolari può essere vantaggioso”.

“Quando stabiliamo l’intenzione di fare una pausa e fare una micro-pausa, stiamo ponendo le basi per la salute”, ha affermato Summers.

Controlla anche

Il farmaco dimagrante Semaglutide influisce sul sapore del cibo?

Condividi su Pinterest In rapporti recenti, le persone hanno descritto in modo aneddotico i cambiamenti …