30 piante che crescono da talee nel terreno

Le piante che crescono da talee possono riempire il tuo giardino di fiori lussureggianti, erbe aromatiche e altro con il minimo sforzo e costo. Puoi prelevare talee da piante mature che hai già o chiedere alle persone che conosci le talee dalle loro piante. Quindi, hai solo bisogno di un piccolo contenitore di terriccio per invasatura per iniziare. Le talee vegetali sono raggruppate in quattro categorie di base: legno tenero, legno verde, legno semiduro e legno duro.

Ecco 30 delle migliori piante che crescono da talee. La maggior parte di questi esempi sono pensati per la crescita all’aperto all’interno delle loro zone di rusticità, ma alcuni possono anche essere coltivati ​​​​come piante d’appartamento.

Mancia

È possibile iniziare le talee del gambo sia nel terreno che nell’acqua. Tuttavia, il terreno è solitamente il metodo preferito. Generalmente produce radici più sane e provoca meno shock per il taglio quando alla fine lo pianti in un diverso contenitore pieno di terra o nel terreno. D’altra parte, coltivare talee in acqua è poco costoso e facile, richiedendo forniture che probabilmente hai già (un piccolo contenitore e acqua). Le piante amanti dell’acqua che crescono in aree paludose sono particolarmente adatte per radicare nell’acqua.

Talee di conifere

Talee di conifere provengono da una crescita fresca e nuova. Di solito vengono presi in primavera o all’inizio dell’estate. Alcune piante che crescono bene da talee di conifere includono:

Aster: questa bellissima pianta fiorita produce fiori viola, rosa, blu e bianchi. Cespuglio di farfalle: questa pianta produce spighe di fiori nei toni del viola, rosa, blu, bianco e giallo. Crisantemo: questi fiori, chiamati anche mamme, sono disponibili in una varietà di colori, tra cui oro, bianco, bianco sporco, giallo, bronzo (ruggine), rosso, bordeaux, rosa, lavanda e viola. Ortensia: le ortensie producono vistosi grappoli di fiori che sbocciano su quello che viene chiamato “legno vecchio” o rami che hanno almeno un anno. Rosa: le rose sono disponibili in diverse specie e aspetti e possono anche rientrare nella categoria del legno duro. Salvia: queste piante annuali e perenni producono spesso fioriture scarlatte, ma sono disponibili anche in bianco, salmone, rosa, viola, lavanda, bordeaux e arancione. Talee di sedano

Greenwood, chiamato anche erbaceo, le talee provengono da piante che hanno steli non legnosi. Di solito vengono presi in primavera o all’inizio dell’estate. Ecco alcuni esempi:

Bosso: questi sono gli arbusti onnipresenti noti per le loro foglie verde chiaro e la crescita compatta e arrotondata Dalia: queste piante fioriscono a fine stagione nei toni del rosso, rosa, arancione, giallo, viola e bianco. Gardenia: queste piante producono fiori bianchi vistosi e profumati. Tagli di semi-legno duro

Le talee semidure, conosciute anche come semi-mature, sono più dure e mature del legno tenero o del legno verde. Di solito vengono presi da mezza estate all’autunno. Alcuni esempi includono:

Azalea: le specie di azalea producono grappoli di fiori in primavera nei toni del bianco, rosa, rosso e arancione. Camelia: questa pianta è nota per i suoi fiori grandi e luminosi nei toni del bianco, rosa, rosso, giallo e lavanda. Caprifoglio: questo è un popolare arbusto ornamentale che produce fiori viola, rosa, rossi, gialli e bianchi. Talee di legno duro e altre piante

Le talee di legno duro possono essere prelevate da arbusti decidui, rampicanti (p. es., viti), frutti e alberi. Sono spesso presi quando la pianta è inattiva. Ecco alcuni esempi:

Tromba d’angelo: questa pianta produce fiori bianchi a forma di tromba sulle viti. Mirto crespo: questo piccolo albero presenta fiori rossi rosa in estate.

Altre piante rientrano in una o più delle quattro categorie che producono bene dalle talee. Includono piante di dianthus, dette anche “rosa”, che appartengono alla famiglia dei garofani, oltre a gerani, giada, lavanda, penstemon, rosmarino e veronica.

Piante d’appartamento da coltivare da talee

Molte piante d’appartamento possono anche essere propagate per talea. Un vantaggio nel fare questo è che sai che la pianta può crescere bene nelle tue condizioni di coltivazione indoor se hai già una specie matura. In genere puoi prendere le talee in qualsiasi momento da una pianta sana. Ecco alcuni esempi popolari:

Suggerimenti e suggerimenti

La pianta che ti dà le talee è chiamata pianta madre. Cerca una pianta sana da casa o da giardino che vuoi propagare. La pianta madre dovrebbe essere abbastanza grande da non danneggiarla rimuovendo uno o più tagli.

Individua uno stelo che ha un nodo, il punto sullo stelo in cui è o era attaccata una foglia. È l’area che genererà nuove radici. Usa forbici o potatori che sono stati sterilizzati in alcool per fare un taglio netto appena sotto un nodo. Il taglio non deve essere molto lungo; un singolo nodo con un paio di foglie dovrebbe andare bene. In generale, scatta per un taglio compreso tra 4 e 8 pollici.

Preparati al fatto che alcune talee non abbiano successo prendendo più del necessario.

Preparazione delle talee

Posiziona il taglio su una superficie piana e dura e fai una fetta pulita attraverso il centro del nodo. Gli steli delle piante inviano le loro nuove radici dai nodi. Quindi fare un taglio al nodo aumenta le tue possibilità di radicare con successo il taglio.

Rimuovi tutte le foglie tranne una o due. Il taglio ha bisogno di un po’ di crescita delle foglie per continuare la fotosintesi perché non può assorbire alcun cibo dalle radici che non ha ancora. Ma troppe foglie esauriranno l’energia dai suoi sforzi per creare nuove radici. Se le foglie sono molto grandi in proporzione al gambo, tagliatele a metà.

Piantare talee

Riempi un contenitore pulito con un terriccio per invasatura per contenere il taglio. Una miscela fuori suolo drena meglio del terreno del giardino e raggiunge una qualità umida ma non bagnata. Inoltre, il terreno del giardino contiene spore e altri agenti patogeni che potrebbero uccidere il taglio prima che metta radici. Non hai bisogno di un grande contenitore o di molto terriccio. Una volta che le talee avranno attecchito, le trasferirai in un vaso più grande o nel terreno.

È l’ideale, ma non essenziale, immergere l’estremità tagliata delle talee nell’ormone radicante. Quindi, con una matita o un oggetto appuntito simile, fai dei buchi nel terriccio. Fare dei buchi nel mezzo di radicazione assicurerà che l’ormone radicante rimanga sul taglio e non si sfreghi sul terreno mentre lo spingi dentro.

Metti con cura le talee nei fori che hai fatto nel tuo terriccio e rassoda delicatamente il terreno intorno a loro. Puoi inserire più talee in un contenitore, ma distanziale in modo che le foglie non si tocchino.

Controlla anche

Le migliori piante per attirare le farfalle

L’abete / David Beaulieu Qual è la tua posizione sulle violette selvatiche nel paesaggio? Sono …