Arek Milik: Ho sempre sognato di giocare per la Juventus

Arek Milik non ha rimpianti per il passaggio alla Juventus.

L’attaccante polacco è in prestito alla Juve dall’Olympique Marsiglia.

“Mi sento davvero bene con la maglia della Juve sulle spalle”, ha detto Milik a Meczyki mentre era in nazionale con la Polonia.

Ho detto al mio agente di non disturbarmi a meno che non ci fosse un’offerta concreta, quindi dopo Marsiglia-Nantes ha chiamato e ha detto che la Juve era interessata. Volò fuori per un colloquio e quella fu la prima volta che sapevo che c’era davvero qualcosa di più del semplice contatto generale.

La scelta non è tardata, perché è sempre stato il mio sogno giocare in un club come la Juve. Volevo una squadra di alto livello sin da quando ero un ragazzino e possiamo contare il numero di squadre davvero grandi sulle dita di sole due mani.

“Ho colto l’occasione e dopotutto non avevo niente da perdere”.

Ha anche detto: “E’ vero, in passato ero vicino alla Juve, ma i due club devono trovare un accordo.

“All’epoca non c’era l’accordo e quindi non sono andato alla Juve. Anche il Napoli ha rifiutato un’offerta della Roma, che offriva più soldi. È stata una loro decisione e l’ho rispettata. Sono felice di avere ora la possibilità di giocare per la Juve, perché è un onore essere in un club così grande.

La cosa divertente è che ogni volta che mi sembrava vicino alla Juve, Wojciech Szczesny mi chiamava. Non so come abbia saputo del trasferimento, ma quando ha chiamato non era ancora emerso nulla sui media”.

Controlla anche

Il capo del Tottenham, Paratici, protagonista dell’inchiesta della procura di Torino sulla Juventus

La Procura della Repubblica di Torino ha mosso accuse al direttore sportivo del Tottenham Fabio …