B&O Beosound Theatre è la soundbar più straordinaria che abbia mai visto e la più costosa

Iscriviti alla nostra newsletter

Grazie per esserti iscritto a T3. Riceverai a breve un’e-mail di verifica.

C’era un problema. Perfavore ricarica la pagina e riprova.

Inviando le tue informazioni accetti i Termini e condizioni (si apre in una nuova scheda) e l’Informativa sulla privacy (si apre in una nuova scheda) e hai almeno 16 anni.

È un momento piuttosto raro e meraviglioso assistere alla rivelazione di un prodotto home cinema così squisito che ti lascerà senza parole. Ma è esattamente come mi sono sentito quando ho sbattuto gli occhi per la prima volta sulle immagini del Beosound Theatre. Continuo a volerla chiamare “solo una soundbar”, ma l’assoluta statura e la natura del design integrato nella TV di questo all-in-one lo allineano maggiormente all’essere il re dell’audio home cinema a scatola singola.

Questo è uno dei fattori più sorprendenti del Beosound Theatre, in mostra all’IFA 2022. Sebbene B&O lo abbia progettato per collaborare al meglio con la gamma OLED di LG, in particolare i set LG C2 e LG G2, può integrarsi con quasi tutti i televisori. Oppure puoi montarlo a parete invece. Il kit per entrambe le opzioni di installazione è incluso nella confezione, comprese le varie dimensioni di “ali” per adattarsi a diverse scale TV, se dovessi cambiare il tuo set preferito in futuro.

Ma come ho accennato nel titolo di questo pezzo, dubito che acquisterai sia soundbar che TV allo stesso tempo, perché il Beosound Theatre è un kit premium. Con questo intendo dire che è innegabilmente costoso. Con quanti soldi dovrai separarti per comprarne uno? Un fantastico £ 5.590 nel Regno Unito (o € 6.490 in Europa). Quindi ora hai un altro motivo per cui la tua mascella cade. Sì, ti costerà più di una TV OLED di fascia alta LG G2 da 83 pollici.

Ma poi basta guardarlo. La galleria di immagini qui sotto ti darà vari punti di vista su come questa soundbar rifinita in tessuto e rovere si distingue dalle altre. Ospita anche un numero sufficiente di altoparlanti per soddisfare la decodifica 7.1.4 Dolby Atmos basata su oggetti senza la necessità di alcun extra: nessun altoparlante posizionato altrove nella stanza, nessun cavo che si trascina da nessuna parte.

Immagine 1 di 6

(Credito immagine: Bang & Olufsen)

Immagine 1 di 6

(Credito immagine: Bang & Olufsen)

Immagine 1 di 6

(Credito immagine: Bang & Olufsen)

Immagine 1 di 6

(Credito immagine: Bang & Olufsen)

Immagine 1 di 6

(Credito immagine: Bang & Olufsen)

Immagine 1 di 6

(Credito immagine: Bang & Olufsen)

Immagine 1 di 6

Bang & Olufsen, in qualità di produttore audio premium, dispone di varie tecnologie in attesa di brevetto per promuovere un’esperienza di ascolto ancora più completa, così afferma. Le sue funzioni Beam Width e Beam Directivity Control sono apparse per la prima volta nei diffusori Beolab 90 dell’azienda, progettati per “far scomparire le pareti” – per un palcoscenico sonoro il più aperto possibile.

Nonostante sia progettato per essere integrato all’interno di una configurazione TV (una porta è assegnata per la connessione LG OLED TV per il controllo integrato tramite Beoremote One e l’app Bang & Olufsen), ci sono anche molte opzioni di connettività non diretta. Quattro porte HDMI, una 2.1 con passthrough eARC (4K a 120fps o 8K a 60fps) garantiscono la conformità alle pratiche correnti.

E, essendo modulare, sospetto che B&O consentirà anche aggiornamenti futuri (lo fa con le riparazioni). Come Mads Kogsgaard Hansen, Head of Product Circularity di Bang & Olufsen, tocca un punto interessante che è diventato sempre più il mantra di B&O: “Il teatro è stato progettato in modo modulare per sopravvivere a molti televisori nel corso della sua vita. Abbiamo creato una soluzione che ti consente di aggiornare il tuo prodotto piuttosto che sostituirlo, e un prodotto che può evolversi con te nel tempo”.

Spereresti certamente che duri per tutta la vita. Uno, a causa dell’esborso per possederne uno in primo luogo. Due, perché è un prodotto troppo bello per non durare nel tempo. Se il denaro non fosse un problema, ne abbinerei uno a una TV OLED LG G2 nella mia ultima (e immaginaria) mancanza e sprofonderei con gioia nell’immersione totale dell’audio.

Le migliori offerte di oggi per LG OLED77G2, LG OLED65G2 e LG OLED55G2

Controlla anche

Asus Zenbook 17 Fold OLED è il futuro dei laptop

La rivoluzione non così silenziosa che sta avvenendo nello spazio degli smartphone pieghevoli ha raggiunto …