CDC avverte su Rhinovirus ed Enterovirus-D68: cosa sapere

Il CDC ha emesso un avviso per gli operatori sanitari sull’aumento delle malattie respiratorie nei bambini. Uno di questi virus chiamato enterovirus-D68 è stato associato a mielite flaccida acuta o AFM. L’AFM può causare sintomi di paralisi nei bambini.

Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha recentemente emesso un avviso sanitario per i medici in merito a malattie respiratorie comuni, inclusa una che può causare un tipo raro di paralisi nei bambini chiamato mielite flaccida acuta (AFM.)

A luglio e agosto si è registrato un aumento dei casi di rinovirus ed enterovirus, due virus che causano comuni infezioni delle vie respiratorie superiori nei bambini. Questo aumento dei casi arriva dopo l’ultima ondata di questi virus nell’estate e nell’autunno del 2018, prima dell’inizio della pandemia di COVID-19.

Il rinovirus è tipicamente associato alle infezioni delle vie respiratorie superiori e sebbene questo virus tenda a diffondersi tutto l’anno, di solito si verificano picchi in primavera e in autunno di ogni anno. L’enterovirus può presentare sintomi molto simili al rinovirus, ma può anche portare a febbre, eruzioni cutanee e malattie neurologiche. Un tipo di enterovirus chiamato enterovirus D-68 ha portato in rari casi all’AFM.

La dottoressa Lydia Marcus, assistente professore presso la Divisione di Neurologia Pediatrica presso la UAB Marnix E. Heersink School of Medicine and Children’s of Alabama, ha spiegato che l’enterovirus-D68 è uno dei tanti enterovirus non polio e in genere causa sintomi gastrointestinali respiratori e occasionali.

“I sintomi sono spesso lievi, ma a volte possono essere più gravi e possono includere difficoltà respiratorie, tosse, congestione, dolori muscolari, febbre, diarrea o vomito”, ha spiegato Marcus.

Sebbene l’enterovirus si trovi tutto l’anno, raggiunge il picco durante la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

La maggior parte dei bambini con questi virus presenterà solo i sintomi del comune raffreddore come naso che cola, dolori muscolari e muscolari, starnuti e alcuni febbre. Tuttavia, con i recenti ricoveri in aumento con questi virus, i medici stanno iniziando a vedere un aumento dei casi di mielite flaccida acuta [AFM] che può provocare la paralisi.

“I sintomi della mielite flaccida acuta possono includere dolore al collo, alla schiena, alle braccia o alle gambe, debolezza al collo, alle braccia o alle gambe, difficoltà a deglutire, linguaggio confuso, debolezza facciale o visione doppia”, ha detto Marcus a Healthline.

Questi sintomi vengono dopo i tradizionali sintomi delle vie respiratorie superiori che i bambini sperimentano con gli enterovirus.

“In rare occasioni, il virus EV-D68 può causare una malattia paralitica simile alla poliomielite”, afferma il dottor William Schaffner, esperto di malattie infettive presso il Vanderbilt University Medical Center nel Tennessee.

“La paralisi si verifica in media 5 giorni dopo l’esordio della malattia respiratoria ed è di rapida insorgenza – ore o giorni – e spesso è asimmetrica e può coinvolgere qualsiasi combinazione di arti, comunemente comprese le braccia”, ha spiegato Schaffner a Healthline.

Poiché molti dei sintomi tra rinovirus ed enterovirus sono simili, a volte è difficile determinare quale virus abbia un paziente senza eseguire test specializzati. A causa delle somiglianze, i test tradizionali rendono questi due virus indistinguibili, tuttavia, attraverso l’analisi PCR specializzata, i medici sono stati in grado di determinare che l’enterovirus-D68 è il probabile colpevole della mielite flaccida acuta.

Molti bambini superano l’enterovirus con farmaci da banco e non richiedono il ricovero in ospedale o un trattamento invasivo, tuttavia, una piccola percentuale di bambini può sviluppare la paralisi da questo virus.

È stato stimato che degli oltre 1.100 casi di enterovirus D-68 negli Stati Uniti e in Canada nel 2014 circa il 10,4% delle persone ha sviluppato AFM.

Marcus afferma che “neonati, bambini e giovani adulti hanno maggiori probabilità di contrarre infezioni da enterovirus e ammalarsi rispetto agli adulti poiché il sistema immunitario dei bambini sta ancora sviluppando l’immunità a questi virus molto comuni”.

Da agosto 2014, il CDC riferisce che ci sono stati 693 casi confermati di mielite flaccida acuta negli Stati Uniti con focolai verificatisi nel 2014, 2016 e 2018.

Schaffner spiega che il modello a cadenza annuale “è stato interrotto dal distanziamento sociale e dalla scuola virtuale durante la pandemia di COVID e ora che è stato ripristinato un comportamento relativamente normale, ciò avrebbe potuto consentire ancora una volta una rinascita della trasmissione di D68”.

A metà settembre, ci sono solo 14 casi confermati di mielite flaccida acuta, ma gli esperti avvertono che con l’aumento dei casi di enterovirus, aumenterà anche il numero di casi di mielite.

Sebbene le complicazioni neurologiche di questo virus siano state documentate dal 1962, l’enterovirus-D68 ha iniziato a essere esaminato da vicino dal CDC nel 2014 dopo che gli ospedali del Missouri e dell’Illinois hanno notificato ai funzionari sanitari un aumento dei ricoveri di bambini con gravi malattie respiratorie. Di conseguenza, con l’aumento dei casi di rinovirus ed enterovirus negli Stati Uniti quest’anno, il CDC Health Alert Network ha emesso un avviso affinché i medici siano vigili per questo virus.

Gli esperti di salute affermano che i genitori non dovrebbero essere eccessivamente preoccupati per i rari esiti dell’enterovirus-D68.

Marcus ricorda ai genitori che “l’AFM è un disturbo neurologico molto raro mentre l’enterovirus e altre infezioni virali sono abbastanza comuni, quindi essere consapevoli e non spazzare via alcun sintomo preoccupante è la cosa più importante”.

Come qualsiasi altra malattia, è importante tenere d’occhio i bambini e le loro malattie, compreso il comune raffreddore, ma con la rarità della mielite flaccida acuta, i farmaci da banco e un occhio vigile sono importanti per il successo del trattamento nella maggior parte dei casi. figli.

Gli esperti sottolineano che la prevenzione è fondamentale. Consigliano che lavarsi le mani con sapone e acqua tiepida per almeno 20 secondi, evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani non lavate, evitare il contatto ravvicinato con altri malati e pulire e disinfettare frequentemente sono tutti passi che le persone possono adottare per aiutare a prevenire la diffusione non solo di questo virus.

Se tuo figlio inizia a manifestare sintomi che appaiono più gravi di un’infezione media delle vie respiratorie superiori, la diagnosi e la diagnosi precoci sono importanti. Puoi seguire un medico di base o un medico pediatrico, il tuo dipartimento sanitario locale o un medico del pronto soccorso può fare una diagnosi precoce.

Il dottor Rajiv Bahl, è un medico di medicina d’urgenza, membro del consiglio del Florida College of Emergency Physicians e scrittore di salute. Puoi trovarlo su RajivBahlMD.com.

Controlla anche

Il farmaco dimagrante Semaglutide influisce sul sapore del cibo?

Condividi su Pinterest In rapporti recenti, le persone hanno descritto in modo aneddotico i cambiamenti …