Come coltivare l’echinacea cadente (echinacea viola pallido)

I coneflowers pendenti (Echinacea pallida), comunemente indicati anche come coneflowers viola pallido, sono un tipo di perenne nella famiglia delle margherite. Si distinguono dalle altre varietà di coneflower per i loro petali viola pallido o bianchi sottili e pendenti. Fanno grandi aggiunte a aiuole e bordure, aree naturalizzate, praterie e giardini di fiori selvatici. Il loro dolce nettare attira farfalle, api e colibrì. Abbina i coneflowers pendenti con altri fiori di campo come Susans dagli occhi neri, geranio Rozanne, nepitella e verga d’oro nana. Questi fiori hanno un tasso di crescita medio e vengono generalmente piantati in primavera o all’inizio dell’estate. Se crescono da seme all’aperto, dovrebbero essere piantati circa un mese prima dell’ultima data di gelo primaverile.

L’Echinacea pallida è una delle tre varietà di echinacea che possono essere utilizzate per scopi medicinali. Storicamente, l’echinacea è stata usata come rimedio a base di erbe dagli indigeni nordamericani. Oggi è ancora utilizzato nella medicina naturale ed è comunemente usato come trattamento per raffreddori, tosse e alcune condizioni infiammatorie.

Nome botanico Echinacea pallida Nome comune Echinacea cadente, echinacea viola pallido Tipo di pianta Perenne Matura Dimensioni 2-4 piedi di altezza, 1-2 piedi di larghezza Esposizione al sole Pieno Tipo di terreno pH del terreno da neutro ad acido, alcalino Tempo di fioritura Primavera, estate Colore del fiore Rosa pallido, viola pallido, bianco Zone di rusticità 3-8 (USDA) Area nativa America del Nord Cura dell’echinacea cadente

Come con la maggior parte delle varietà di echinacea, le Echinacea pallida sono fiori di campo a bassa manutenzione, estremamente adattabili e resistenti. Sono originari del Nord America e si trovano comunemente nelle praterie e nelle pinete del Canada meridionale e degli Stati Uniti centrali. Queste attraenti piante perenni della prateria sono note per essere resistenti all’umidità, ai cervi, al calore e alla siccità. Quando vengono coltivate nella loro regione natale, sono abbastanza autosufficienti e non richiedono molta manutenzione aggiuntiva. I coneflowers pendenti sono noti per le loro fioriture di lunga durata, che spesso sbocciano dall’inizio della primavera fino alla fine dell’estate. Per incoraggiare la fioritura in corso, si raccomanda un regolare dead-heading.

L’abete rosso / Evgeniya Vlasova L’abete rosso / Evgeniya Vlasova L’abete rosso / Evgeniya Vlasova L’abete rosso / Evgeniya Vlasova L’abete rosso / Evgeniya Vlasova Light

Le echinai pendenti prosperano in pieno sole e dovrebbero ricevere almeno sei ore di luce solare al giorno. Tuttavia, sono adattabili a condizioni di ombra leggera, ma la fioritura potrebbe essere meno prominente. I coneflower cadenti non possono crescere in condizioni di piena ombra.

Acqua

Questi fiori di campo nativi hanno un fabbisogno idrico medio, sebbene una volta stabiliti siano estremamente resistenti alla siccità. Quando vengono coltivate nelle loro regioni native, non dovrebbero richiedere annaffiature supplementari.

Suolo

Pianta le coneflowers cadenti in un terreno ben drenato poiché non possono tollerare i “piedi bagnati” o il terreno impregnato d’acqua. Le coneflowers cadenti sono altamente adattabili ai terreni poveri e la crescita può effettivamente soffrire in terreni eccessivamente ricchi o fertili. Possono adattarsi sia a terreni umidi che asciutti e preferiscono terreni da neutri a leggermente acidi (con un pH compreso tra 6,8 e 7,2), ma possono prosperare in un’ampia gamma di livelli di pH del suolo.

Temperatura e Umidità

Originari delle praterie nordamericane, le coneflowers pendenti crescono bene nelle zone USDA 3-8. Sono abituati alle estati calde e agli inverni da freddi a freddi e, sebbene non siano sensibili al gelo, i coneflower cadenti non possono sopravvivere a temperature di congelamento estreme. Possono prosperare in un’ampia varietà di condizioni di temperatura e umidità, ma generalmente si comportano bene in ambienti caldi e asciutti. Sono tolleranti all’umidità elevata.

Fertilizzante

L’echinacea cadente non ha bisogno di essere fertilizzata. Questa pianta perenne può sopravvivere in un’ampia varietà di suoli, compresi quelli di scarsa qualità. Un terreno troppo ricco o fertilizzato può far sì che i coneflower cadenti diventino lunghi.

Propagazione dell’echinacea cadente

L’echinacea cadente può essere facilmente propagata per seme e per divisione. Per propagarsi per divisione, aspetta fino alla tarda primavera e scegli un mazzo di fiori sano. Separare delicatamente la zolla per isolare una nuova pianta e trapiantarla immediatamente in una nuova posizione. Attendi un paio di settimane affinché l’echinacea si adatti alla sua nuova posizione; All’inizio ci si può aspettare una crescita stentata!

Come coltivare l’echinacea cadente dal seme

Coltivare l’echinacea cadente dai semi è uno dei modi più semplici per coltivare questa perenne. Tuttavia, tieni presente che potrebbero volerci dai due ai tre anni per produrre fiori se coltivati ​​in questo modo. I semi possono essere raccolti direttamente dalle piante stabilite nell’autunno dall’inizio al tardo, oppure possono essere acquistati dalla maggior parte dei vivai o centri di giardinaggio. Un periodo di stratificazione a freddo può aiutare a migliorare la germinazione, ma questo non è necessario.

Per iniziare i semi all’interno, riempi vasi o vassoi con una miscela di invasatura ben drenante. Inumidire il terreno e poi premere leggermente i semi di echinacea cadenti nel terreno ma non coprire. Metti i semi in un’area che riceva una luce brillante e indiretta poiché i semi di echinacea pendenti richiedono luce per germogliare.

Controlla anche

Cosa fare con patate e pomodori infettati da peronospora

Ogni giardiniere sa che nessuna pianta, verdura, frutto o fiore è completamente immune da malattie …