Congedo per malattia retribuito collegato a un minor rischio di morte

Un nuovo studio ha rilevato che i requisiti di congedo per malattia retribuiti erano associati a tassi più bassi di suicidi, omicidi e decessi legati all’alcol. Le leggi che richiedono ai datori di lavoro di fornire un congedo per malattia retribuito possono aiutare a ridurre la mortalità per suicidio e omicidio.I ricercatori stimano che la mortalità potrebbe diminuire di circa il 5% nelle grandi città se richiedessero alle aziende di offrire un congedo per malattia retribuito ai dipendenti che lavorano almeno 40 ore a settimana.

Avere un congedo per malattia retribuito può aiutarti a vivere più a lungo, secondo una nuova ricerca pubblicata sull’American Journal of Preventive Medicine.

Lo studio pubblicato questa settimana ha rilevato che i requisiti di congedo per malattia retribuiti erano associati a tassi più bassi di suicidi, omicidi e decessi legati all’alcol.

Secondo la ricerca, le leggi che richiedono ai datori di lavoro di fornire un congedo per malattia retribuito possono aiutare a ridurre la mortalità per suicidio e omicidio. Inoltre, le leggi statali che impediscono ai governi locali di imporre congedi per malattia retribuiti e requisiti di salario minimo hanno probabilmente contribuito all’aumento del 6% della mortalità recentemente osservato tra gli adulti che lavorano.

I ricercatori stimano che la mortalità potrebbe diminuire di circa il 5% nelle grandi città se richiedessero alle aziende di offrire un congedo per malattia retribuito ai dipendenti che lavorano almeno 40 ore a settimana.

Gli Stati Uniti non hanno alcun requisito di congedo per malattia retribuito e le leggi di prelazione a livello statale spesso rendono impossibile per i governi locali imporre requisiti che migliorino le condizioni di lavoro.

“Quando gli stati bloccano le autorità locali per migliorare le condizioni di lavoro, come la richiesta di un congedo per malattia retribuito, ha conseguenze sulla vita e sulla morte”, ha detto la co-investigatrice Jennifer Karas Montez, PhD, direttrice del Center for Aging and Policy Studies della Syracuse University linea sanitaria.

I ricercatori hanno valutato i dati sulla morte provenienti dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC). I dati sulla morte includevano la causa della morte (suicidio, omicidio, intossicazione da droghe, intossicazione acuta da alcol e incidenti di trasporto) e la contea di residenza.

I decessi si sono verificati tra gli adulti di età compresa tra i 25 ei 64 anni tra il 1999 e il 2019. I ricercatori hanno quindi stimato l’associazione tra il conteggio dei decessi e il salario minimo e i requisiti di congedo per malattia retribuito.

I ricercatori hanno scoperto che le aree con requisiti di congedo per malattia retribuito avevano tassi di mortalità significativamente più bassi per suicidio, omicidio e consumo di alcol.

L’aumento del congedo per malattia retribuito da 0 ore a 40 ore potrebbe ridurre la mortalità per omicidio di oltre il 13% tra le donne e dell’8% tra gli uomini.

Le leggi statali sulla prelazione, che possono prevalere sui mandati locali, hanno impedito ai governi locali di attuare con successo tali requisiti. I ricercatori affermano che queste leggi di prevenzione soffocano l’innovazione e rendono difficile per le persone prendersi una pausa dal lavoro per ottenere cure mediche.

Le stime suggeriscono che la mortalità tra gli adulti che lavorano avrebbe potuto essere inferiore del 7,5% se gli stati non avessero impedito a quattro contee di tentare di imporre un congedo per malattia retribuito: Orange County, Florida, e le contee di Bexar, Dallas e Travis in Texas.

“Questi risultati indicano che le leggi di prelazione hanno il potenziale di esercitare conseguenze negative sulla mortalità in età lavorativa”, hanno affermato i ricercatori nello studio.

Le persone che non ricevono un congedo per malattia sul lavoro hanno maggiori probabilità di rimandare le cure mediche e di andare a lavorare quando sono malate. Ciò aumenta anche le probabilità che espongano i loro colleghi alla malattia.

Hanno anche un rischio maggiore di ferirsi sul lavoro e di subire incidenti mortali. Senza un congedo per malattia retribuito, la vita delle persone può essere sconvolta in qualsiasi momento: ci vuole più tempo per riprendersi dalla perdita del lavoro, il che aumenta il rischio di suicidio e uso di droghe.

Nel 2016 l’American Medical Association ha adottato nuove politiche che riconoscono i benefici per la salute dei permessi retribuiti.

“I lavoratori senza giorni di malattia retribuiti hanno maggiori probabilità di lavorare per malattia e hanno maggiori probabilità di ritardare le cure mediche necessarie, il che può portare a malattie prolungate e peggiorare problemi di salute altrimenti minori. La mancanza di congedi retribuiti ha anche un effetto a catena sulla famiglia di un lavoratore”, ha affermato all’epoca l’ex presidente del consiglio di amministrazione dell’AMA, la dott.ssa Barbara L. McAneny. “È stato dimostrato che il congedo per malattia retribuito aiuta la salute dei bambini, riduce le degenze ospedaliere e riduce il rischio di trasmissione di malattie consentendo ai genitori di rimanere a casa con i bambini malati”.

La ricerca suggerisce che l’aumento del salario minimo potrebbe causare stress finanziario, aiutare le persone a permettersi le cure mediche necessarie e migliorare la soddisfazione generale della loro vita. Insieme, questi miglioramenti delle condizioni di lavoro potrebbero ridurre i tassi di suicidio, secondo prove passate.

Montez afferma che i responsabili delle politiche statali dovrebbero valutare la pressione che ricevono dai lobbisti aziendali al fine di migliorare le condizioni di lavoro contro il costo della vita dei loro elettori.

“Affinché le cose cambino, abbiamo bisogno di una maggiore consapevolezza tra il pubblico che questi tipi di leggi di prelazione sono emanate per placare le grandi società e i ricchi donatori, e abbiamo bisogno di una maggiore consapevolezza che queste leggi possono creare costi sostanziali in termini di morti premature”, ha affermato Montez .

Una nuova ricerca ha scoperto che i requisiti di congedo per malattia retribuiti sono associati a tassi più bassi di suicidi, omicidi e decessi legati all’alcol. Quando i lavoratori hanno retribuito un congedo per malattia, è più probabile che si prendano delle ferie in caso di malattia e cerchino assistenza medica. Hanno anche un minor rischio di lesioni e mortalità per suicidio, omicidio e consumo di alcol.

Controlla anche

Il farmaco dimagrante Semaglutide influisce sul sapore del cibo?

Condividi su Pinterest In rapporti recenti, le persone hanno descritto in modo aneddotico i cambiamenti …