Cosa fare con patate e pomodori infettati da peronospora

Ogni giardiniere sa che nessuna pianta, verdura, frutto o fiore è completamente immune da malattie o infestazioni. Tutto quello che puoi fare è prendere le misure preventive adeguate per mantenere la tua pianta al sicuro e sapere come affrontare una pianta malata se finisci per averne una.

Due amatissimi eroi del giardino, pomodori e patate, sono particolarmente suscettibili a un’afflizione nota come peronospora. Caratterizzata da grandi macchie grigie untuose di forma irregolare (e persino da marciume molle), la peronospora è una grave malattia delle piante che ha portato alla carestia delle patate irlandesi nel 1845. Sebbene le piante infette da peronospora tendano a morire rapidamente, spesso è possibile salvarle alcuni dei tuoi pomodori e patate dalla pianta prima che incontrino il loro destino grazie a questi suggerimenti per affrontare la peronospora.

Identificazione della peronospora

La peronospora è una malattia causata dal fungo Phytophthora che può avere un impatto sia sui pomodori che sulle patate. Anche se in genere si verifica a fine stagione (come suggerisce il nome), può effettivamente colpire il tuo giardino in qualsiasi momento. L’agente patogeno non solo distrugge i frutti della pianta che infetta, ma può anche diffondersi molto rapidamente e ampiamente, provocando il caos nel tuo giardino se non viene affrontato tempestivamente e correttamente. La parte peggiore: la peronospora può svernare, il che significa che, anche dopo un gelo freddo, può tornare l’anno successivo se le piante e il terreno che contengono l’agente patogeno non vengono rimossi.

La peronospora si presenta inizialmente come un aspetto fradicio o imbevuto d’acqua sulle foglie o sugli steli più vecchi di una pianta, per poi diffondersi in macchie bianche e scure che coprono l’intera pianta infetta e il suo raccolto. Poiché è trasportato dalle spore, la peronospora può viaggiare per lunghe distanze, spesso diffondendo infezioni vicine al tuo giardino o diffondendosi tra le tue piante. Se determini che le tue piante sono state infettate, è una buona idea contattare il tuo servizio di estensione cooperativa per farglielo sapere. È possibile che la tua infezione provenga da un’altra fonte locale o che l’infezione delle tue piante colpisca le altre nelle immediate vicinanze.

Trattare e prevenire la peronospora

Se sospetti che i tuoi pomodori o patate siano stati infettati dalla peronospora, la tua migliore linea d’azione è trattare le piante il più rapidamente possibile per prevenire la diffusione della malattia.

Inizia prendendoti cura delle piante infette, avendo cura di rimuovere eventuali foglie, steli o frutti malati. Assicurati di smaltire gli scarti: il compostaggio potrebbe solo diffondere ulteriormente l’infezione in tutto il tuo giardino. Dopo aver rimosso tutti i segni visivi dell’infezione, applica un fungicida a base di rame sulle piante settimanalmente nel tentativo di dissuadere la peronospora dalla diffusione o dal ritorno. Alla fine del raccolto, rimuovi completamente le piante, i loro scarti e il terreno circostante dal tuo giardino. Ricomincia con semi freschi e terriccio l’anno successivo per garantire la salute del tuo prossimo raccolto.

Ci sono anche diversi passaggi che puoi seguire per evitare che la peronospora si impadronisca del tuo giardino in primo luogo. Innanzitutto, cerca varietà di piante resistenti alla peronospora: Crimson Crush e Mountain Magic sono solo due tipi di pomodori noti per resistere alla malattia. Inoltre, la peronospora prospera in un ambiente umido e umido. Innaffia le tue piante all’inizio della giornata in modo che abbiano il tempo di asciugarsi più rapidamente al caldo sole. Fai attenzione ad aiutare i tuoi piatti di pomodoro a crescere da terra usando paletti o gabbie e, se possibile, scegli un posto nel tuo giardino per le piante che siano al riparo dal vento, che può aiutarle a proteggerle dalle spore del batterio che sono state soffiate da giardini limitrofi.

Risparmio di cibi da mangiare

La buona notizia: la peronospora non può infettare gli esseri umani, quindi a seconda di quando sei in grado di salvare i tuoi pomodori o patate, sono sicuri da mangiare. Se sono evidenti lesioni batteriche, puoi semplicemente tagliare quelle parti dal pomodoro o dalla patata e usarle normalmente. Tuttavia, tieni presente che l’infezione da peronospora può raggiungere la pianta prima che abbia avuto l’opportunità di maturare completamente e, spesso, non progredirà una volta infettata. Pertanto, potresti non essere in grado di far maturare ulteriormente la pianta poiché probabilmente marcirà semplicemente, rendendola inutilizzabile.

Inscatolamento o risparmio di semi dalle piante infettate

Un fatto poco noto: la peronospora può aumentare i livelli di pH dei pomodori altrimenti acidi abbastanza da consentire la crescita di batteri o altri spoiler, influenzando a sua volta la sicurezza e il sapore dei pomodori in scatola. Fai attenzione a usare solo i tuoi pomodori più freschi e sani durante l’inscatolamento e la conservazione.

Le malattie del pomodoro amano persistere di anno in anno, ma la peronospora ha bisogno di tessuti viventi per sopravvivere. L’essiccazione, il salvataggio e l’utilizzo di semi di pomodori infetti da peronospora va bene. Tuttavia, è ancora intelligente piantare i pomodori in una sezione diversa del tuo giardino e buttare via (non compostare) tutto il fogliame danneggiato e i frutti avanzati in autunno.

Le patate sono un’altra storia, però. Poiché le patate sono ancora vive quando le conservi, potrebbero continuare a ospitare la malattia. Sentiti libero di mangiare e goderti le tue patate quest’inverno: assicurati solo di non lasciare patate in giardino durante l’inverno e di iniziare con patate da semina fresche in primavera.

Controlla anche

15 piante per giardini del sud-ovest

Le piante originarie del sud-ovest fanno scelte di giardino popolari con chiunque viva in climi …