Fernandes nega i problemi di linguaggio del corpo; spiega le rotture con gli amici di Man Utd Malacia, Maguire

Il centrocampista del Manchester United Bruno Fernandes nega di avere problemi con il linguaggio del corpo.

Fernandes ha smentito le affermazioni che era imbronciato la scorsa stagione.

Ha detto a The Athletic: “La cosa che la gente dice su come sventolo le braccia verso i miei compagni di squadra. Non è mai successo. È completamente una bugia.

“Posso usare le braccia per chiedere la palla e per dire loro qualcosa su dove muoverla. Ma non parlo mai con loro in modo negativo.

“Sì, posso gridare a qualcuno se non passa la palla quando deve farlo, o se non prende la decisione nel migliore dei modi, o se fa due contro uno e non passa la palla al compagno di squadra. Poi è normale essere arrabbiati con lui”.

Fernandes ha citato due esempi di accese conversazioni durante le partite dello United. Uno era con il terzino sinistro Tyrell Malacia, arrivato in estate all’Old Trafford, durante la vittoria per 1-0 a Leicester all’inizio di questo mese.

“Era piuttosto arrabbiato con me perché stavo parlando con lui. Ma non capiva cosa stavo dicendo”, ha detto Fernandes.

Un’altra occasione è stata durante i quarti di finale di UEFA Europa League 2019-20 contro il Copenaghen, quando Maguire ha urlato a Fernandes per aver perso la palla quando ha cercato di affrontare un avversario invece di respingere la palla.

“Ho perso la palla e lui mi ha gridato: ‘Bruno, tieni la palla!’. Ero stanco e ho detto: ‘Non gridare!'”, ha ricordato Fernandes.

“Nel primo tempo supplementare, sono andato da lui e gli ho chiesto scusa per aver risposto”.

Controlla anche

Cutler sbatte i boo-boys dell’Aston Villa: Gerrard non se lo meritava

L’ex allenatore dei portieri dell’Aston Villa Neil Cutler ha colpito i fan per il modo …