Gli esperti dicono che cammina lontano e cammina velocemente per ridurre il rischio di demenza

Condividi su PinterestGli esperti affermano che sia la distanza percorsa a piedi che la velocità possono contribuire a ridurre il rischio di demenza. Stewart Cohen/Getty ImagesI ricercatori affermano che camminare velocemente e camminare lontano può aiutare a ridurre il rischio di demenza.Nel loro studio, i ricercatori hanno elencato la riduzione del rischio di camminare tra 4.000 e 10.000 passi al giorno, nonché i vantaggi di camminare fino a 112 passi al minuto.Questa ricerca è l’ultima di una serie di studi quest’anno che promuovono l’esercizio come un modo per migliorare la salute del cervello.Gli esperti affermano che puoi anche ridurre il rischio di demenza mangiando sano, stimolando il cervello e socializzando.

Molte persone mirano a fare 10.000 passi al giorno per una salute ottimale.

Tuttavia, un nuovo studio riporta che tra 3.800 e 9.800 passi ogni giorno possono anche ridurre il rischio di declino mentale, soprattutto se si cammina velocemente.

Lo studio, pubblicato su JAMA Neurology, ha analizzato i dati di oltre 78.000 persone di età compresa tra 40 e 79 anni che indossavano accelerometri.

I ricercatori hanno diviso i partecipanti in due categorie: quelli che hanno fatto meno di 40 passi al minuto e quelli che hanno fatto 40 o più passi al minuto.

I ricercatori hanno anche analizzato i picchi di performance, quelli che hanno fatto il maggior numero di passi in 30 minuti. Non era necessario che i 30 minuti si svolgessero contemporaneamente.

Gli scienziati hanno seguito i partecipanti 7 anni dopo, rilevando eventuali diagnosi di demenza. Hanno quindi confrontato i passaggi con la diagnosi, tenendo conto di età, etnia, istruzione, sesso, stato socio-emotivo, per quanti giorni il partecipante ha indossato l’accelerometro, dieta, fumo, uso di alcol, uso di farmaci, problemi di sonno e qualsiasi storia di malattie cardiovascolari patologia.

Alcuni dei risultati includevano:

Le persone che facevano 9.826 passi al giorno avevano il 50% in meno di probabilità di sviluppare la demenza entro sette anni. Le persone che hanno camminato più di 40 passi al minuto hanno ridotto il rischio di demenza del 57% mentre camminano solo 6.315 passi al giorno. Le persone che hanno camminato 3.800 passi al giorno a qualsiasi velocità hanno ridotto del 25% il rischio di demenza entro sette anni. Le persone che camminavano al ritmo veloce di 112 passi al minuto per 30 minuti al giorno hanno ridotto il rischio di demenza del 62%.

Un editoriale che ha accompagnato i risultati dello studio ha suggerito che le persone si concentrano sul proprio ritmo di camminata piuttosto che sulla distanza percorsa o sul numero di passi al giorno, puntando a 112 passi al minuto.

Per trovare i tuoi passi al minuto, conta il numero di passi in 10 secondi e poi moltiplica per 6 per trovare i tuoi passi/al minuto.

I ricercatori sottolineano che anche fare 3.800 passi al giorno riduce il rischio di demenza. Questo importo è fattibile per le persone principalmente sedentarie.

“Quando si tratta di invecchiamento in buona salute, l’esercizio è la cosa più vicina a un farmaco miracoloso”, ha affermato il dottor Scott Kaiser, geriatra e direttore del Geriatric Cognitive Health per il Pacific Neuroscience Institute presso il Providence Saint John’s Health Center in California .

“La chiave è muoversi e rimanere in movimento”, ha detto Kaiser a Healthline. “Avere obiettivi chiari, un piano d’azione e sviluppare una routine, comprese le attività che ti piacciono e che ti fanno sentire bene, possono fare molto per creare e sostenere un cambiamento duraturo”.

Diversi studi nell’ultimo anno hanno concluso che un’attività fisica regolare può ridurre il rischio di sviluppare la demenza.

Uno studio pubblicato a gennaio ha riportato che l’esercizio può rallentare la progressione della demenza nelle persone il cui cervello ha segni di placche, grovigli e altri segni distintivi della demenza. I ricercatori hanno affermato di ritenere che l’esercizio aumenti i livelli di proteine ​​che rafforzano la comunicazione tra le cellule cerebrali, il che potrebbe aiutare a tenere a bada la demenza.

Uno studio pubblicato ad agosto ha rilevato che il completamento delle faccende domestiche ha ridotto il rischio di demenza del 21%. Inoltre, le visite quotidiane con la famiglia e gli amici hanno ridotto il rischio del 15% rispetto alle persone che non si sono impegnate in queste attività.

“Un’oncia di prevenzione vale una libbra di cura”, ha detto Kaiser. Quando si tratta di demenza, gli esperti suggeriscono che circa un terzo dei casi potrebbe essere prevenuto affrontando fattori di rischio modificabili. Considerando le previsioni del numero crescente di persone che saranno colpite – i casi di demenza in tutto il mondo triplicheranno entro il 2050 a oltre 150 milioni di persone – dobbiamo iniziare a pensare ora, e su vasta scala, alle migliori strategie e approcci possibili per prevenire la demenza .”

Molti medici concordano sul fatto che l’esercizio fisico può ridurre il rischio di sviluppare la demenza.

“Molti studi hanno dimostrato che più esercizio è associato a un minor rischio di demenza”, ha detto a Healthline il dottor Douglas Scharre, direttore della divisione di neurologia cognitiva presso il Dipartimento di neurologia presso il Wexner Medical Center della Ohio State University.

Scharre suggerisce anche:

SocializzareStimolare il cervelloNon fumareControllare l’ipertensione, il diabete e l’iperlipidemiaMangiare una dieta sana, ad esempio la dieta mediterraneaContinuare ad imparare

Controlla anche

Mangiare questi tipi di cereali può ridurre il rischio di malattie cardiache

Condividi su PinterestUn nuovo studio ha scoperto che mangiare cereali raffinati è associato a un …