Il boss del Leeds Marsch spiega il cartellino rosso: devo parlare con questi arbitri

Il boss del Leeds United Jesse Marsch è stato espulso durante la sconfitta per 5-2 contro il Brentford.

Marsch ha perso la calma sulla fascia laterale quando il Leeds ha fatto appello per un rigore. Crysencio Summerville sembrava essere stato tirato indietro in area prima di colpire il mazzo, ma l’arbitro ha respinto gli appelli dei Bianchi.

In seguito ha detto: “Sì, voglio dire, ero calmo anche quando a Brentford è stato dato il rigore, anche se non l’ho visto subito. Normalmente quando il fraseggio e la verbosità sono ‘chiari ed evidenti’, e ci vuole così tanto tempo guardarlo e guardarlo e non è così chiaro quindi normalmente per me non è chiaro e scontato e poi quando lo vedo dopo l’intervallo non credo sia un rigore e se lo è è incredibilmente morbido.

“Mi è stato detto dal comitato arbitrale e dalla lega nella riunione dei nostri dirigenti prima dell’inizio della stagione che la soglia dei rigori sarebbe salita. Quindi non era per me rappresentato da quella decisione.

“Poi in un’azione in cui penso che Crysencio Summerville sia in realtà più un fallo eclatante e non viene nemmeno preso in considerazione per il VAR. Sì, chiaramente insoddisfatto. Quindi devo capire come discutere con la lega o con gli arbitri o qualcosa per aiutare a capire, sai come vengono prese alcune decisioni.”

Controlla anche

La Juventus si muove per l’attaccante del Chelsea Christian Pulisic

La Juventus si muove per l’attaccante del Chelsea Christian Pulisic. Calciomercato.com afferma che Pulisic ha …