Il dilemma positivo: ripristinare Szczesny o mantenere Perin? (Opinione)

Dall’inizio della stagione, la Juventus ha dovuto fare i conti con un numero allarmante di infortuni in quasi tutti i reparti.

Anche se questo non dovrebbe bastare a giustificare i pessimi risultati della squadra e le pessime prestazioni, l’elevato numero di assenti non ha certo aiutato Max Allegri.

Tuttavia, un’assenza in particolare non è stata così persa. Stiamo parlando del portiere di prima scelta della Vecchia Signora Wojciech Szczesny, e dobbiamo ringraziare il suo sostituto Mattia Perin per averci tenuto al sicuro e coperti, almeno in questo reparto.

Sebbene siamo ancora nelle prime fasi della campagna, il polacco ha finora sofferto di due diversi incantesimi sul lettino. Ma fortunatamente per Allegri, la sua seconda scelta è stata all’altezza del compito, mettendo a segno una serie di belle prestazioni tra i pali. I risultati della squadra sarebbero stati probabilmente più cupi se non fosse stato per la sua eroicità.

Durante la pausa per le Nazionali, Szczesny ha annunciato il suo ritorno in campo con la porta inviolata della Polonia contro il Galles, che dovrebbe fargli guadagnare un ruolo da titolare nella formazione di Allegri, forse già dalla partita di domenica contro il Bologna.

Tuttavia, una parte di fan e osservatori spera di vedere Perin mantenere il suo posto da titolare.

Quindi chi farebbe una scelta migliore in questo delicato periodo della campagna?

Nel nostro libro, Tek rimane il preferito e per una buona ragione. Dalla prima partenza di Gianluigi Buffon, l’ex portiere di Arsenal e Roma ha servito valorosamente la causa.

Tuttavia, il 32enne ha iniziato la stagione con il piede sbagliato, commettendo goffi errori contro squadre del calibro di Udinese e Napoli. Ma anche allora Allegri lo ha comunque sostenuto, rifiutandosi di eliminarlo dalla formazione titolare.

Alla fine, il tattico ha avuto ragione, almeno in questo senso, poiché il suo numero uno è finito per essere uno dei migliori interpreti del club in quella che è stata una campagna deludente a tutti i livelli.

Allegri, quindi, non ha motivo di diffidare in questo momento di Szczesny, la cui unica colpa è stata l’infortunio.

Ma mentre il nazionale polacco dovrebbe rivendicare giustamente il suo posto, Perin merita anche di giocare in più in questa stagione, degno del suo status di uno dei migliori portieri di secondo violino in Europa.

Gestire la situazione potrebbe causare qualche grattacapo ad Allegri, ma rispetto a quanto ha passato il club ultimamente, l’allenatore accoglierà a braccia aperte un dilemma così positivo.

Controlla anche

Moise Kean vince il premio Giocatore del mese di Serie A di novembre

La stella della Juventus Moise Kean è stata premiata come Giocatore del mese di Serie …