Il nuovo tecnico del Monza non si lascia travolgere dalla forma scadente della Juventus

Il neo-allenatore del Monza Raffaele Palladino non si lascia travolgere dal pessimo stato di forma della Juventus quando la sua squadra domani affronterà i bianconeri.

Sarebbe la sua prima partita in carica, ed è una delle partite più difficili da fare per il tuo debutto manageriale.

L’ex esterno che ha giocato 51 partite di campionato con la Juventus ha passato gli ultimi giorni a lavorare su diversi modi per fermare la Juve e farle male.

Deve aver guardato le clip delle loro ultime partite per vedere come giocano.

Allo stato attuale, la Juve dovrebbe essere una squadra facile da battere, ma Palladino non è concentrato sulle lotte attuali e si aspetta una partita difficile.

Ha detto, come citato da Calciomercato:

“Se la Juve avesse vinto domenica scorsa sarebbe a due punti dalla vetta, la sua condizione psicologica può essere condizionata dalla situazione della classifica e dagli infortuni, ma sono sicuro che verranno fortissimi per attaccarci, dobbiamo rispondere con un forte prestazione.”

Lo dice la Juve

Con un nuovo manager al timone, le squadre di solito hanno una motivazione in più per ottenere risultati e Monza ne ha bisogno.

Hanno sguazzato i soldi su diversi giocatori in estate e non vogliono essere retrocessi alla fine della legislatura.

Battere la Juve potrebbe essere un catalizzatore per aiutarla a uscire dalla zona retrocessione.

Controlla anche

L’Inter prende contatto con il difensore della Roma Chris Smalling

L’Inter ha contattato il difensore della Roma Chris Smalling. Ora 33enne, Smalling rescinde il contratto …