Jan Chelsea ricorda per Hudson-Odoi? Perché questo ha più a che fare con Salihamidzic che con Potter

COMMENTO: A prima vista, lo lasci stare, vero? Callum Hudson-Odoi e il suo prestito al Bayer Leverkusen. Con il ritorno della sua convinzione, Chelsea, sicuramente, dovrebbe lasciarlo lì… o dovrebbero?

Di nuovo, al primo lavaggio. La reazione immediata è: perché complicare le cose? Con la fiducia in aumento. La sua forma sta migliorando. L’energia. La vitalità nel suo gioco. Perché turbare il ragazzo facendogli sapere che Graham Potter avrebbe esplorato il ricordo di Hudson-Odoi a Londra a gennaio?

Proprio quando sta venendo insieme. Dopo 18 mesi di fatica sotto Thomas Tuchel, la Hudson-Odoi è stata ripresa. Con il supporto di Gerardo Seoane, il suo allenatore al Bayer, da appena un mese a questo accordo e sta volando. Seaone sta interpretando Hudson-Odoi con i suoi punti di forza. Non si parla di un ruolo di terzino qui. Hudson-Odoi è stato impiegato centralmente, liberamente, in un ruolo n. 10, sebbene con licenza di roaming. Il tipo di posizione in cui Hudson-Odoi ha prosperato e dominato le partite a livello giovanile. Lo sta amando. Divertiti. E il suo calcio riflette questa nuova, “fresca” opportunità.

“Il tempo di gioco regolare ti dà coerenza e più partite giochi, più diventi costante, migliore è la tua forma”, ha detto Hudson-Odoi la scorsa settimana. “Ti senti più fresco, ti senti meglio, ti senti… non di essere trattato in modo equo, ma di avere la fiducia dell’allenatore per spingerti e portarti oltre.

“La cosa più importante è la costanza. È quello che ottengo qui e mi fa sentire meglio.

“Ora che sto giocando c’è uno slancio e una sensazione di freschezza: un nuovo paese, un’esperienza completamente nuova. È decisamente rinfrescante sapere che ho l’opportunità di giocare settimana dopo settimana, divertirmi e sorridere!”

Quindi è felice. Sta sorridendo. Allora perché Chelsea e Potter dovrebbero far sapere che rompere questo slancio è un’opzione a gennaio?

Bene, questa colonna ha appreso che c’è qualcosa di più dietro questo oltre alla semplice selezione della forma e della squadra. Hudson-Odoi, ci è stato detto, vede Bayer come una vetrina. Ed è la vetrina di un club: il Bayern Monaco.

Sono trascorsi più di quattro anni da quando Hasan Salihamidzic, il principale commerciante di ruote del Bayern, era disposto a scommettere la sua reputazione su un Hudson-Odoi allora adolescente. Per non meno di quattro finestre di trasferimento Salihamidzic ha tentato di raggiungere il Chelsea per il giocatore. L’ex centrocampista di Juventus e Bayern ha convinto che Hudson-Odoi fosse un futuro battitore mondiale. Nemmeno un Achille spezzato lo ha spento. Ma i Blues si rifiutarono di muoversi. Sebbene l’adolescente e la sua famiglia si stessero affezionando al trasferimento, il Chelsea non avrebbe accettato di perdere la loro giovane prospettiva.

Alla fine, Salihamidzic ha rinunciato. Anche se durante quella battaglia della maratona, Salihamidzic si sarebbe vendicato, allontanando un certo Jamal Musiala dall’accademia del Chelsea e, infine, dal programma internazionale dell’Inghilterra.

Ma i contatti tra il direttore tecnico del Bayern e la squadra di Hudson-Odoi sono stati mantenuti. In effetti, sussurralo a bassa voce, ma a svolgere un ruolo importante in quell’accordo con Musiala è stato il fratello maggiore di Hudson-Odoi, Bradley. E un consigliere dei fratelli, Luke Bell, guidò le trattative per Musiala in quel momento. Ricorda, questo è lo stesso Musiala che Lothar Matthaus, l’ex capitano tedesco vincitore della Coppa del Mondo, ha annunciato sarà un futuro vincitore del Pallone d’Oro.

Quindi, come si dice, il rapporto tra il Bayern e il campo CHO rimane solido. E le linee di comunicazione sono state nuovamente aperte lo scorso mese grazie al primo impatto di Hudson-Odoi con Bayer. Hudson-Odoi apprezza Salihamidzic. Anzi, ne apprezza molti al Bayern. E all’interno dell’Allianz Arena il sentimento è reciproco.

In quanto tale, puoi capire un certo nervosismo che cresce all’interno del Chelsea. Hudson-Odoi entrerà negli ultimi 18 mesi del suo attuale contratto nel nuovo anno. Lontano da Londra. Lontano dallo spogliatoio del Chelsea. Sta trovando un nuovo stile di coaching. Un nuovo stile di calcio, “è una nuova esperienza per me, non sono stato da nessun’altra parte se non il Chelsea”, e potenzialmente una nuova carriera. Una carriera in Bundesliga.

Non ancora 22enne, ma ancora più anziano, più saggio dopo la precedente saga di calciomercato. Hudson-Odoi vede questo prestito della Bayer come una seconda possibilità. Nulla è stato promesso. Non ci sono garanzie. Ma sa che Salihamidzic e compagni stanno guardando. In effetti, sa di avere i migliori auguri dal Bayern di mettersi alla prova come il “battitore del mondo” Salihamidzic individuato più di quattro anni fa. E con quella buona volontà, con la piattaforma che gli ha concesso Bayer, c’è la convinzione all’interno del campo di Hudson-Odoi che possa farsi strada in una mossa del Bayern Monaco per l’estate del 2023.

Così nervoso? Ha riguardato? Forse dovrebbe esserlo il Chelsea. C’è da stupirsi che abbiano fatto sapere che una pausa a gennaio potrebbe ancora accadere?

Controlla anche

L’Everton U18 batte il Liverpool

L’Everton U18 ha vinto il mini derby di sabato contro il Liverpool. Kyle Kelly ha …