Le fratture dell’anca dovrebbero raddoppiare entro il 2050: ecco perché e cosa puoi fare

Condividi su PinterestGli esperti affermano che la maggior parte delle fratture dell’anca richiede un intervento chirurgico seguito da un periodo di riabilitazione. Erdark/Getty ImagesUn nuovo rapporto prevede che il numero di fratture dell’anca in tutto il mondo raddoppierà entro il 2050 con l’invecchiamento della popolazione mondiale.Gli esperti affermano che l’aumento rappresenterà un onere per la comunità medica perché le fratture dell’anca di solito richiedono un intervento chirurgico.Notano che le fratture dell’anca possono anche causare altri problemi medici e aumentare il rischio di mortalità negli anziani.Dicono che puoi ridurre il rischio di frattura dell’anca installando maniglioni intorno alla tua casa, assicurandoti che i tuoi pavimenti siano liberi da oggetti su cui potresti inciampare e facendo regolarmente esercizi di rafforzamento e bilanciamento.

Un nuovo studio completato presso l’Università di Hong Kong indica che le fratture dell’anca potrebbero diventare un problema globale con l’invecchiamento della popolazione mondiale.

Nel loro studio, i ricercatori hanno analizzato i dati di 19 paesi che includevano persone di età superiore ai 50 anni che si sono fratturate l’anca tra il 2005 e il 2018.

In tutti i 19 paesi, i ricercatori hanno notato che il numero di fratture dell’anca è diminuito, probabilmente a causa di una migliore assistenza medica, igiene, dieta e altri fattori.

Alcuni paesi, tra cui Danimarca e Singapore, e Hong Kong, hanno visto una marcata diminuzione delle fratture dell’anca durante gli anni di studio.

Tuttavia, in altri paesi, come i Paesi Bassi e la Corea del Sud, si sono registrati aumenti.

Nonostante il calo generale, i ricercatori hanno affermato che l’aumento previsto dell’aspettativa di vita farà probabilmente raddoppiare il numero di fratture dell’anca in tutto il mondo tra il 2018 e il 2050.

Le Nazioni Unite si aspettano che l’aspettativa di vita raggiunga i 77 anni entro il 2050, l’età che questo studio ha mostrato presentava un alto rischio di subire fratture dell’anca.

I ricercatori hanno affermato che si aspettano che gli uomini sperimenteranno l’aumento proporzionale più significativo.

Hanno notato che un’altra possibile ragione è che l’osteoporosi, una delle principali cause di fratture dell’anca, è sottodiagnosticata e sottotrattata negli uomini.

“Il nostro studio ha mostrato che l’uso di farmaci anti-osteoporosi in seguito a una frattura dell’anca è inferiore negli uomini rispetto alle donne dal 30% al 67%”, Ching-lung Cheung, PhD, professore associato presso il Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Hong Kong e Farmacia e autore principale dello studio, ha affermato in una nota. “Pertanto, dovrebbe essere prestata maggiore attenzione alla prevenzione e al trattamento delle fratture dell’anca negli uomini”.

I ricercatori sottolineano che il trattamento post-frattura rimane inadeguato in molti paesi e l’incidenza nelle persone di età superiore agli 85 anni è doppia rispetto ad altri gruppi di età.

I ricercatori hanno affermato di non credere che il calo dell’incidenza delle fratture dell’anca compenserà il crescente invecchiamento della popolazione, causando un aumento del carico di fratture dell’anca.

Lo studio è stato presentato oggi alla riunione annuale dell’American Society of Bone and Mineral Research ad Austin, in Texas. La ricerca non è stata ancora sottoposta a revisione paritaria o pubblicata.

“Quasi tutte le fratture dell’anca richiedono un intervento chirurgico”, ha detto a Healthline il dottor Michael Hunter, chirurgo ortopedico dell’Hoag Orthopaedic Institute nel sud della California. “Questo è particolarmente vero nella popolazione che invecchia. La gestione non chirurgica è generalmente indicata solo in rari casi in cui il paziente è troppo malato per sottoporsi a un intervento o in alcuni casi di fratture incomplete quando il paziente può proteggere adeguatamente il proprio carico”.

Il tipo di intervento chirurgico dipende dalla posizione e dalla gravità della rottura.

I due principali tipi di chirurgia sono la riparazione dell’anca e la sostituzione dell’anca, secondo Stanford Medicine:

La riparazione dell’anca (chiamata anche appuntamento dell’anca) viene utilizzata quando il medico può allineare correttamente le ossa. Viti metalliche, aste o piastre tengono insieme le ossa mentre guariscono. La sostituzione dell’anca viene solitamente eseguita quando le ossa non possono essere allineate correttamente. C’è una protesi d’anca parziale o totale. In una sostituzione parziale dell’anca, la parte superiore del femore viene sostituita. In una sostituzione totale dell’anca, la parte superiore del femore e la presa dell’anca vengono sostituite.

“Il periodo di recupero dipende fortemente dallo stato medico e fisico del paziente, dalla gravità della lesione generale e dal tipo di intervento chirurgico richiesto”, ha spiegato il dott. John Tiberi, chirurgo ortopedico specializzato in protesi articolare e conservazione dell’articolazione presso il Cedars-Sinai Kerlan-Jobe Institute di Los Angeles.

“La guarigione delle ossa e dei tessuti molli può richiedere circa tre mesi”, ha detto a Healthline. “Tuttavia, il periodo di recupero, compreso il condizionamento e il rafforzamento, può richiedere fino a un anno”.

Circa una donna su tre e un uomo su 12 subiranno una frattura dell’anca nel corso della loro vita, secondo il National Institutes of Health.

Circa l’86% delle fratture dell’anca si verifica in persone di età pari o superiore a 65 anni. Negli Stati Uniti ci sono più di 300.000 ricoveri per fratture dell’anca ogni anno.

La maggior parte delle fratture sono causate da cadute laterali, ma l’osteoporosi è spesso la causa sottostante. Le fratture spesso causano una diminuzione della mobilità e un aumento della quantità di cure necessarie.

Il tasso di mortalità nel primo anno dopo l’intervento chirurgico per il trattamento della frattura è compreso tra il 15 e il 36 per cento, secondo uno studio pubblicato nel 2019. Per ogni anno di aumento dell’età in cui si è verificata la frattura, c’è stato un aumento del 9 per cento del rischio di morire entro 12 mesi dall’intervento.

“Le fratture dell’anca sono pericolose perché c’è così tanta morbilità e mortalità ad esse associate”, ha affermato il dottor Timothy Gibson, chirurgo ortopedico e direttore medico del MemorialCare Joint Replacement Center presso l’Orange Coast Medical Center in California.

“Non è raro che i pazienti con una frattura dell’anca sviluppino uno stato mentale alterato, polmonite, coaguli di sangue, piaghe da decubito, anemia e altri problemi medici”, ha detto a Healthline.

Gli esperti affermano che esistono farmaci che possono aiutare a prevenire la perdita ossea e ridurre il rischio di fratture.

“Molti sono promettenti e, in generale, sicuri. Consiglierei ai pazienti interessati dall’osteoporosi di discuterne con il proprio medico di base ed esaminare tutte le opzioni attuali”, ha affermato il dottor Benjamin Bengs, chirurgo ortopedico e direttore di Chirurgia speciale presso il Center for Hip and Knee Replacement presso il Providence Saint John’s Health Center di California.

I Centers for Disease Control and Prevention suggeriscono quanto segue per ridurre il rischio di frattura dell’anca:

Sottoponiti a screening per l’osteoporosi e segui il tuo piano di trattamento, se necessario Includi esercizi di forza ed equilibrio nella tua vita quotidianaFai controllare gli occhi per assicurarti di poter vedere adeguatamenteInstalla maniglioni nella vasca o nella doccia, fuori dalla doccia, vicino al gabinetto e in altri luoghi luoghi in cui potresti averne bisognoAssicurati che tutte le scale abbiano ringhiere su entrambi i latiMantieni i tuoi pavimenti liberi da oggetti su cui potresti inciampareAggiungi luci extra o lampadine più luminose nelle aree in cui potresti averne bisogno

“Mantenere una buona salute delle ossa include seguire una dieta sana e garantire un consumo adeguato di calcio”, ha affermato il dottor Michael Chan, cardiologo interventista presso il Providence St. Jude Medical Center in California.

“Inoltre, è essenziale mantenere una routine di esercizi di carico, come camminare, fare escursioni, ballare, allenamento ellittico e giocare a tennis o pickleball”, ha detto a Healthline.

Controlla anche

Morbillo: CDC e OMS avvertono 40 milioni di bambini a rischio a causa dei bassi tassi di Vax

Questo mese il CDC e l’OMS hanno avvertito che 40 milioni di bambini in tutto …