Linee guida CDC COVID-19 aggiornate: niente più distanziamento sociale, quarantena o test di permanenza nelle scuole

Condividi su PinterestIl CDC ha annunciato nuove linee guida COVID-19 meno stringenti rispetto alle precedenti raccomandazioni. Leo Patrizi/Getty ImagesLe linee guida riviste sono ora le stesse sia per gli individui completamente vaccinati che per quelli non vaccinati, riflettendo gli alti livelli di immunità della popolazione dalla vaccinazione, una precedente infezione da COVID-19 o entrambi.Le nuove linee guida includono un significativo allentamento dei requisiti di distanziamento sociale e quarantena.Inoltre, il CDC non raccomanda più il “test per rimanere” per le scuole che consentono ai bambini di rimanere in classe purché risultino negativi dopo l’esposizione al virus.Gli esperti riconoscono anche che l’agenzia probabilmente ha apportato queste modifiche per allinearsi meglio con il comportamento pubblico osservato e cambiare gli atteggiamenti nei confronti del COVID-19.

Le modifiche alle linee guida COVID-19 dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sono state annunciate giovedì, secondo un comunicato stampa dell’agenzia.

La guida rivista è spiegata in un nuovo rapporto settimanale sulla morbilità e la mortalità (MMWR) e include la fine della raccomandazione che i bambini in classi diverse evitino di mescolarsi, una pratica chiamata “coorte”.

Inoltre, il CDC non raccomanda più il “test per rimanere”, che ha consentito ai bambini a stretto contatto con qualcuno positivo al COVID-19 di rimanere in classe finché sono risultati negativi al virus.

“Questa guida riconosce che la pandemia non è finita, ma ci aiuta anche a raggiungere un punto in cui il COVID-19 non sconvolge più gravemente la nostra vita quotidiana”, ha affermato in una nota Greta Massetti, autrice di Ph.D., MPH e MMWR.

Le linee guida riviste porteranno le raccomandazioni per le persone non vaccinate in linea con quelle che sono state completamente vaccinate, riflettendo alti livelli di immunità della popolazione dalla vaccinazione, precedente infezione da COVID-19 o entrambi.

Il dottor Theodore Strange, presidente associato di medicina presso lo Staten Island University Hospital di Staten Island, New York, ha detto a Healthline che dovremmo usare il “buon senso” per quanto riguarda i rischi di trasmissione.

Strange ha anche consigliato di prendere precauzioni poiché la situazione merita.

“Se ti trovi in ​​un ambiente in cui hai una nonna anziana, e sei preoccupato, ed è una stagione di allergia, [and] hai un po’ di raffreddore, mettiti una maschera”, ha detto.

“Poiché questo virus è diventato meno virulento mentre è andato avanti nella sua progressione e mutazioni, questo virus vivrà con noi per molto tempo”, ha affermato Strange.

Secondo Strange, il coronavirus è passato dall’infezione del tratto respiratorio inferiore al tratto respiratorio superiore, dove provoca raffreddore e mal di gola.

“È il virus del raffreddore”, ha detto. “Quello che stiamo effettivamente vedendo sono persone con sintomi di raffreddore e sintomi influenzali”.

Il dottor Bruce Farber, capo della sanità pubblica e dell’epidemiologia presso la Northwell Health e responsabile delle malattie infettive presso il North Shore University Hospital e il LIJ Medical Center, ritiene che cambiamenti come questi siano in parte un'”ammissione della realtà” da parte del CDC.

“Non posso parlare per il CDC, ma penso che in questo caso particolare le loro linee guida debbano essere, almeno in parte, in contatto con ciò che le persone stanno facendo indipendentemente dalle loro linee guida”, ha detto.

Crede anche che, per alcuni aspetti, sia un’ammissione che l’agenzia ha perso la capacità di fare politiche che sono “veramente seguite”.

“Da quel punto di vista, è una realtà pratica e se le conseguenze saranno significativamente diverse da ciò che altrimenti sarebbe accaduto è tutt’altro che chiaro”, ha affermato. “Penso che sappiamo tutti che le persone non seguono comunque la maggior parte di queste linee guida”.

Le nuove linee guida includono l’allentamento dei requisiti di distanziamento sociale e quarantena.

“Quindi dovremo capire come possiamo conviverci al meglio senza influenzare la società con i blocchi”, ha ammesso Strange.

Ha anche sottolineato che non possiamo avere bambini che “camminano per la scuola indossando maschere tutto il giorno”.

“Non fa bene alla loro salute sociale e mentale, salute fisica. Semplicemente non funziona”, ha aggiunto.

Ha sottolineato che la vaccinazione è la chiave per controllare la pandemia, dicendo che “non c’è dubbio” che vogliamo proteggere i più vulnerabili tra noi.

“E il modo migliore per farlo è con le vaccinazioni, senza domande [about it]e i booster”, ha detto.

Farber ha affermato che abbiamo raggiunto uno “stallo” nella nostra lotta contro il virus pandemico.

“La pandemia ovviamente non è finita. Puoi chiamarlo endemico, puoi chiamarlo pandemia, ma inutile dirlo, penso che sia ovvio per tutti che il COVID non è scomparso”, ha detto.

“Non sta scomparendo e in nessun momento nel prossimo futuro, nella mia mente, probabilmente nelle nostre vite, dove il COVID se ne sarà andato”, ha continuato.

Farber ha notato che il virus è meno virulento e la “schiacciante maggioranza” della popolazione americana ha una certa immunità.

“Ci sono cure per questo”, ha detto Farber. “Le persone che vengono vaccinate e curate precocemente raramente muoiono”.

“Probabilmente no, no”, disse Farber.

Ha sottolineato che l’adozione del vaccino nella popolazione pediatrica è stata “deludente” per la salute pubblica, compreso lui stesso.

“Alcuni studi mostrano che è solo il 30 percento. Tutto dipende dalla fascia di età che guardi”, ha continuato.

Farber ha sottolineato che nella fascia di età più giovane, quelli di età inferiore ai cinque anni che possono essere all’asilo nido e in altri contesti hanno un tasso di vaccinazione “abbastanza basso”.

“Quindi no, non penso che i tassi di vaccinazione siano particolarmente buoni”, ha detto.

Farber ritiene che sia consigliabile che alcune regioni o località superino le raccomandazioni CDC riviste.

“Questo è un grande paese… abbiamo 340 milioni di persone”, ha detto. “Le tariffe variano frequentemente tra le diverse parti del paese e penso di sì, penso che una taglia probabilmente non andrà bene per tutti”.

Ha detto che ciò è dovuto anche al fatto che ci saranno “gruppi e ci saranno eventi” nelle comunità localizzate, siano essi eventi super-diffusori o altri ceppi di COVID che emergono.

“Questo meriterebbe che i luoghi abbiano la capacità di adattarli [recommendations] alle tariffe della loro comunità locale e ai loro desideri locali”, ha affermato Farber.

Ha avvertito che questo è cinque volte il numero di persone che muoiono di influenza ogni anno e probabilmente continueranno a morire di COVID.

“Ecco perché lo chiamo una situazione di stallo”, ha detto Farber. “Di certo non è sparito. Chi pensa che non ci sia più, non vede le cose come sono”.

Il CDC ha annunciato nuove linee guida COVID-19 meno rigorose rispetto alle precedenti raccomandazioni.

Gli esperti affermano che ciò è in parte dovuto alla perdita della capacità dell’agenzia di stabilire regole che saranno seguite dal pubblico.

Dicono anche che essere vaccinati e ricevere i nostri colpi di richiamo potrebbe essere il modo migliore per proteggere le persone più vulnerabili alla malattia.

Controlla anche

Il farmaco dimagrante Semaglutide influisce sul sapore del cibo?

Condividi su Pinterest In rapporti recenti, le persone hanno descritto in modo aneddotico i cambiamenti …