Lucas Moura: Dier tra i giocatori degli Spurs per aiutarmi ad ambientarmi

Lucas Moura ha ricordato per la prima volta il passaggio al Tottenham dal PSG.

Il centrocampista dice di apprezzare l’accoglienza dei compagni.

Ha detto a SpursPlay: “Volevo solo che fosse un trasferimento permanente e non un prestito. Ero a Parigi da 5 anni e sentivo che il ciclo era finito. Volevo andare da qualche altra parte. Lo sapevo con dedizione e duro lavoro , sarebbe andato tutto bene, senza dubbio ero super motivato a dare una nuova direzione alla mia carriera.

“Quando sono arrivato (al Tottenham) Moussa Sissoko mi ha aiutato moltissimo. Anche Serge Aurier, lo conoscevo dal PSG. Anche Eric Dier mi ha parlato in portoghese. E poi c’erano i brasiliani, Carlos Vinicius e poi è arrivato Emerson. È normale stare con i brasiliani possiamo capirci, ma passo il tempo con tutti”.

Controlla anche

Cutler sbatte i boo-boys dell’Aston Villa: Gerrard non se lo meritava

L’ex allenatore dei portieri dell’Aston Villa Neil Cutler ha colpito i fan per il modo …