Malattie cardiache: i sintomi comuni per uomini contro donne

Condividi su PinterestGli esperti dicono che le donne dovrebbero essere consapevoli dei diversi sintomi che possono avere per le malattie cardiache. FG Trade/Getty ImagesL’American Heart Association ha pubblicato un rapporto sui sintomi comuni per 6 tipi di malattie cardiovascolari.L’organizzazione osserva che i sintomi possono essere diversi per uomini e donne quando si tratta di infarto, insufficienza cardiaca, malattie delle valvole, ictus, disturbi del ritmo e malattie delle arterie/vene.Gli esperti affermano che uomini e donne possono ridurre il rischio di malattie cardiache con una dieta sana, esercizio fisico regolare e un sonno adeguato.

Quando si tratta di salute del cuore, uomini e donne possono essere molto diversi.

L’American Heart Association fa questa distinzione in una nuova ricerca pubblicata sulla sua rivista Circulation.

Il rapporto descrive i sintomi comuni di sei malattie cardiovascolari con la nota che molti sintomi sono diversi per uomini e donne.

Le sei malattie cardiovascolari sono:

Infarto Insufficienza cardiaca Malattia della valvola Ictus Disturbi del ritmo cardiaco Malattia delle arterie periferiche e delle vene periferiche

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte negli Stati Uniti.

La Heart Association afferma che la comprensione e il riconoscimento dei sintomi sono essenziali per la diagnosi e un trattamento efficace.

I sintomi possono non essere riportati o sottostimati perché alcuni sintomi non sono necessariamente associati a malattie cardiovascolari.

I sintomi più comuni delle malattie cardiache, secondo il dottor George Ruiz, presidente del Dipartimento di Cardiologia presso i centri medici Geisinger in Pennsylvania, sono:

Angina (fastidio/dolore/pressione al torace) Mancanza di respiro Diminuzione della tolleranza all’esercizio Palpitazioni Gonfiore degli arti inferiori

“Quando la maggior parte delle persone ci pensa [cardiovascular disease], pensano a un infarto”, afferma il dottor Richard Wright, cardiologo presso il Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica, in California. “A differenza di altri sintomi cardiovascolari, l’infarto nasce direttamente dal cuore. Quando il cuore viene privato del flusso sanguigno, inizia a dolere, come farebbe qualsiasi tessuto compromesso. Il cuore è un organo interno ed è difficile per il corpo localizzare dove si trova il disagio. Gli individui con dolore cardiaco in corso di solito avvertono pesantezza nella parte anteriore del torace, che può estendersi o meno alla gola, al collo, alla mascella inferiore, alle spalle, alla parte superiore delle braccia o alla parte alta della schiena. La maggior parte delle persone non lo descrive nemmeno come dolore, ma piuttosto come disagio che persiste per molti minuti, accompagnato da sudorazione inspiegabile, nausea e malessere generalizzato”.

La Heart Association suggerisce che potrebbe essere utile stabilire un profilo di base, che può aiutare a tenere traccia dei sintomi nel tempo e determinare se la malattia sta progredendo.

Di seguito sono elencate le diverse forme di malattie cardiovascolari elencate nel rapporto dell’associazione, i loro sintomi comuni e i sintomi che le donne hanno maggiori probabilità di riportare:

Infarto

Il dolore toracico può essere percepito come pressione o disagio; il dolore può irradiarsi alla mascella, alla spalla, al braccio o alla parte superiore della schiena Mancanza di respiro Sudorazione o sudore freddo Fatica insolita NauseaVertigini

Gli uomini spesso riferiscono dolore al petto come sintomo principale o unico. Le donne hanno maggiori probabilità di segnalare sintomi in aggiunta o in sostituzione del dolore toracico

Arresto cardiaco

Mancanza di respiroNausea, mal di stomaco, vomito o perdita di appetitoFaticaIntolleranza all’esercizioInsonniaDoloreDisfunzione cognitiva

Le donne hanno maggiori probabilità di segnalare una qualità di vita inferiore a causa di depressione e ansia. Hanno anche problemi gastrointestinali, dolore più intenso, gonfiore e sudorazione.

Malattia delle valvole cardiache

Mancanza di respiro Ipertensione polmonare I sintomi possono essere lievi o simili a quelli dell’insufficienza cardiaca

Gli uomini hanno maggiori probabilità di provare dolore al petto mentre le donne potrebbero avere mancanza di respiro, intolleranza all’esercizio e fragilità fisica

Ictus

I professionisti medici spesso si riferiscono ai sintomi dell’ictus come VELOCI: viso cadente, debolezza del braccio, difficoltà di parola e tempo per chiamare il 9-1-1. Inoltre, i sintomi possono includere:

ConfusioneVertigini Perdita di coordinazione o equilibrio Cambiamenti visivi

Il pensiero alterato può influire sulla capacità di una persona di riconoscere i sintomi.

Le donne potrebbero anche avere mal di testa, stato mentale alterato o essere in stato di torpore o coma.

Disturbi del ritmo (chiamati anche aritmie)

Battito cardiaco anormale Stanchezza Mancanza di respiro Vertigini

Meno comunemente, le persone con disturbi del ritmo potrebbero provare dolore toracico, svenimento o ansia.

Gli uomini potrebbero non manifestare sintomi; le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di palpitazioni.

Malattia delle vene e delle arterie

La malattia dell’arteria periferica potrebbe non avere sintomi o crampi alle gambe in uno o entrambi i muscoli del polpaccio mentre si cammina. Il dolore può essere anche in altre parti delle gambe, dei piedi o delle dita dei piedi.

C’è un aumentato rischio di infarto o ictus quando ci sono sintomi.

Le donne con questa condizione hanno maggiori probabilità di manifestare sintomi di depressione

Anche la malattia delle vene periferiche potrebbe non avere segni di dolore alle gambe. Il dolore alle gambe può sembrare dolore, pesantezza, senso di oppressione, crampi o sindrome delle gambe senza riposo. Le persone con questa malattia potrebbero anche avere affaticamento.

Le persone di età inferiore ai 65 anni hanno maggiori probabilità di segnalare dolore, pesantezza, dolore e affaticamento.

I sintomi possono verificarsi anche quando non ci sono segni visibili della condizione.

“In generale, donne e uomini hanno sintomi simili per la maggior parte delle malattie cardiache”, afferma il dottor Yu-Ming Ni, cardiologo presso il MemorialCare Heart and Vascular Institute presso l’Orange Coast Medical Center in California. “Ad esempio, la presentazione più comune di un infarto è il dolore o la pressione toracica sia per gli uomini che per le donne.

“Tuttavia, le donne che sviluppano problemi cardiaci tendono ad essere più anziane e hanno più problemi medici associati, come diabete e ipertensione”, ha detto Ni a Healthline. “Questo può aiutare a spiegare alcune differenze nei sintomi tra uomini e donne. Tuttavia, non comprendiamo ancora appieno il motivo di queste differenze nei sintomi”.

“Gli uomini continuano ad avere tassi più elevati di malattie cardiache rispetto alle donne”, ha continuato Ni. “Ma le malattie cardiache sono la prima causa di morte sia negli uomini che nelle donne. Le donne tendono ad avere malattie cardiache più gravi quando vengono diagnosticate per la prima volta, hanno sintomi più gravi e spesso non ricevono cure mediche di alta qualità per le loro malattie cardiache come gli uomini. Aumentare la consapevolezza del rischio di malattie cardiache tra i sessi è essenziale per combattere l’epidemia di malattie cardiache di questo paese”.

Le malattie cardiache di solito si manifestano più tardi nella vita per le donne. Un primo attacco di cuore si verifica all’età di 72 anni per le donne e circa 64 anni per gli uomini, secondo l’American Heart Association.

Nonostante le malattie cardiache siano la prima causa di morte nelle donne, molti affermano che i loro medici non parlano mai loro del loro rischio, secondo Harvard Health.

Ci sono numerose condizioni di salute specifiche per le donne che possono aumentare il loro rischio, secondo il dottor Jim Liu, cardiologo presso il Wexner Medical Center della Ohio State University.

“Durante la gravidanza, le donne possono sviluppare diabete gestazionale e preeclampsia, che aumenta il rischio di sviluppare diabete e ipertensione più avanti nella vita e quindi aumentare il rischio cardiovascolare”, ha detto Liu a Healthline. “Altre condizioni legate alla gravidanza possono aumentare il rischio di malattie cardiache di una donna, come il parto pretermine, il distacco della placenta e la perdita spontanea della gravidanza. Condizioni cardiache possono verificarsi anche durante la gravidanza come la cardiomiopatia peripartum o la dissezione spontanea dell’arteria coronaria.

“Al di fuori della gravidanza, alcune condizioni autoimmuni, come il lupus e l’artrite reumatoide, sono molto più comuni nelle donne e sono associate a un aumento del rischio cardiovascolare”, ha aggiunto Liu. “La sindrome dell’ovaio policistico è una condizione nelle donne che aumenta [cardiovascular] rischio perché è associato a obesità, insulino-resistenza e diabete. Anche alcuni contraccettivi ormonali e la terapia ormonale sostitutiva nelle donne in post-menopausa aumentano il rischio cardiovascolare”.

Controlla anche

Il farmaco dimagrante Semaglutide influisce sul sapore del cibo?

Condividi su Pinterest In rapporti recenti, le persone hanno descritto in modo aneddotico i cambiamenti …