Mindfulness collegata a livelli di zucchero nel sangue più bassi nelle persone con diabete di tipo 2

Condividi su Pinterest Una nuova ricerca mostra che le pratiche mente-corpo come lo yoga abbassano efficacemente la glicemia nelle persone con diabete di tipo 2. Getty Images/Jessie CassonIl diabete di tipo 2 è una condizione cronica con prevalenza diffusa, ma i sintomi sono gestibili attraverso farmaci, una dieta sana e modifiche allo stile di vita, inclusa l’attività fisica.Una nuova meta-analisi della ricerca attuale mostra che le pratiche mente-corpo riducono efficacemente la glicemia nelle persone con diabete di tipo 2.I risultati indicano che lo yoga ha avuto l’effetto più significativo rispetto ad altre pratiche di consapevolezza che sono state studiate.Mentre una rigorosa attività fisica può essere utile per gestire il T2D, anche pratiche più delicate mente-corpo, tra cui meditazione, respirazione e posizioni yoga di base, possono essere efficaci.

Circa 37 milioni di americani hanno il diabete, il 90-95% dei casi è diabete di tipo 2 (T2D), secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Il diabete di tipo 2 è una condizione cronica, ma i sintomi sono gestibili e, in alcuni casi, potenzialmente reversibili attraverso trattamenti come farmaci da prescrizione, una dieta sana e una regolare attività fisica.

Una nuova ricerca mostra che le pratiche mente-corpo come lo yoga possono aiutare le persone con diabete di tipo 2 ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue (glicemia). Radicate nella consapevolezza, le pratiche mente-corpo sono pensate per essere utilizzate insieme ai trattamenti standard attuali.

Mantenendo i livelli di glucosio nel sangue entro l’intervallo raccomandato, le persone possono ridurre il rischio di complicanze associate al diabete di tipo 2, come malattie cardiovascolari, danni ai reni, danni ai nervi e problemi di vista.

Nello studio, pubblicato di recente online sul Journal of Integrative and Complementary Medicine, gli autori hanno combinato e analizzato i risultati di 28 precedenti studi randomizzati controllati in quella che è nota come meta-analisi.

Studi precedenti hanno coinvolto persone con diabete di tipo 2 che svolgevano una pratica mente-corpo insieme al trattamento standard del diabete. I ricercatori li hanno confrontati con un secondo gruppo di persone che hanno ricevuto solo il trattamento standard.

In una precedente meta-analisi pubblicata nel 2017, Herpreet Thind, PhD, MPH, professore associato presso il dipartimento di salute pubblica dell’Università del Massachusetts Lowell, e i suoi colleghi hanno scoperto che le persone con diabete di tipo 2 che facevano yoga hanno visto miglioramenti nel loro sangue livelli di glucosio.

La nuova analisi, guidata da Fatimata Sanogo, dottoranda nel dipartimento di Scienze della popolazione e della salute pubblica presso la Keck School of Medicine della University of Southern California a Los Angeles, ha ampliato la ricerca precedente e ha incluso studi sui benefici di altre pratiche mente-corpo, come:

Tuttavia, la maggior parte degli studi inclusi nell’analisi erano interventi di yoga.

I risultati della nuova analisi mostrano che le pratiche mente-corpo hanno portato a una riduzione media dello 0,84% dell’emoglobina A1c (HbA1c) dei partecipanti. Questa è una misura dei livelli medi di glucosio nel sangue negli ultimi 3 mesi.

Lo yoga ha avuto il maggiore impatto sui livelli di glucosio nel sangue, portando a una riduzione dell’HbA1c dell’1%. Anche le altre pratiche mente-corpo studiate hanno avuto un impatto positivo sulla glicemia.

L’autore dello studio Richard M. Watanabe, PhD, professore di scienze della popolazione e della salute pubblica presso la Keck School of Medicine dell’USC, ha detto a Healthline che molti medici specializzati in diabete non sarebbero sorpresi dal fatto che le pratiche mente-corpo possano avere un impatto positivo sui livelli di glucosio nel sangue .

“Ciò che sorprende in questo studio, tuttavia, è l’entità dell’effetto”, ha affermato. “È quasi la stessa dimensione dell’effetto che vedresti con un intervento farmacologico”.

Uno studio del 2012, ad esempio, ha rilevato che il trattamento con il farmaco metformina da solo ha abbassato l’HbA1c delle persone dell’1,12%, rispetto alle persone che assumevano un placebo inattivo.

Watanabe ha aggiunto che l’impatto delle pratiche mente-corpo sui livelli di glucosio nel sangue era “al di sopra degli standard di cura”, come dieta, attività fisica e trattamenti farmacologici.

Watanabe ha affermato che uno dei punti di forza della nuova analisi è che gli studi sono stati condotti in diversi paesi, sebbene la maggior parte si sia verificata in India.

Di conseguenza, “la coerenza nei risultati [of these studies] suggerisce che ciò che stiamo osservando probabilmente può essere generalizzato all’intera popolazione umana”, ha affermato.

Thind, l’autore principale della meta-analisi del 2017, ha convenuto che i risultati del nuovo studio sono promettenti.

“È incoraggiante vedere che la ricerca sugli interventi mente-corpo è in aumento e mostra costantemente risultati benefici [for type 2 diabetes]”, ha detto a Healthline.

Tuttavia, ha sottolineato che la maggior parte degli studi non ha avuto un follow-up a lungo termine per vedere se i benefici degli interventi mente-corpo persistevano.

In confronto, un altro studio recente, che ha esaminato i benefici per la salute dello yoga online per l’artrosi del ginocchio, ha rilevato che una volta terminato lo studio, la partecipazione delle persone alle lezioni è diminuita, così come i benefici.

“Nel complesso, abbiamo bisogno di una ricerca più rigorosa per fare affermazioni conclusive sull’efficacia dello yoga o di altri interventi mente-corpo come terapia complementare per le persone con prediabete o diabete di tipo 2 negli Stati Uniti”, ha affermato Thind.

Molte pratiche mente-corpo includono l’attività fisica, che di per sé può migliorare i livelli di glucosio nel sangue.

Inoltre, “gli interventi mente-corpo portano anche a una maggiore consapevolezza, quindi possono aiutare a promuovere attività di cura di sé, tra cui una migliore dieta e attività fisica”, ha affermato Thind.

Secondo il dottor Rashmi S. Mullur, endocrinologo presso l’UCLA Health di Los Angeles, le pratiche mente-corpo possono anche aiutare le persone con diabete di tipo 2 a far fronte allo stress, incluso lo stress correlato alla loro condizione.

Questo è lo stress che deriva dalla convivenza con il diabete (vale a dire, monitorare attentamente ciò che mangi e quanto sei attivo e possibilmente assumere farmaci).

“Come strumento di riduzione dello stress, lo yoga e altri approcci mente-corpo hanno dimostrato di migliorare i livelli di zucchero nel sangue per i pazienti con distress correlato al diabete”, ha osservato Mullur.

In termini di ricerca futura, Watanabe ha detto che vorrebbe vedere più ricerche che esaminano specificamente come le pratiche mente-corpo influenzano la risposta allo stress del corpo nelle persone con diabete di tipo 2 insieme ai cambiamenti nei livelli di glucosio nel sangue.

Alcuni studi hanno già iniziato a esplorare l’associazione tra ormoni dello stress e diabete di tipo 2.

“Penso che il prossimo passo sia vedere se gli ormoni dello stress come il cortisolo, il glucagone o l’epinefrina sono elevati [in these people] e se questi interventi mente-corpo possono abbassarli”, ha detto.

Molte persone hanno familiarità con lo yoga come forma di attività fisica, ma questa pratica tradizionale include anche esercizi di respirazione, meditazione e altre tecniche per concentrare la mente e migliorare la salute generale.

“Come pratica indigena in India, lo yoga include le pratiche fisiche, mentali e spirituali che supportano uno stile di vita sano in generale che fa parte della vita ayurvedica”, ha detto Muller.

La meditazione può essere praticata anche da sola. Come per lo yoga, esistono diversi tipi di meditazione, come mantenere l’attenzione sul respiro o su un altro oggetto, visualizzare o recitare una frase (mantra).

Una pratica simile è la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza (MBSR), un programma strutturato di 8 settimane sviluppato da Jon Kabat-Zinn, PhD, e basato sulle tradizionali pratiche buddiste di consapevolezza e meditazione. Include sia la meditazione seduta che il movimento consapevole.

Il Qigong è una pratica tradizionale cinese che prevede movimenti delicati, respirazione profonda e tecniche meditative, tutte volte a migliorare la salute e il benessere.

Un’intensa pratica fisica, come quella che si vede spesso con alcuni tipi di yoga, può avere un impatto positivo sui livelli di glucosio nel sangue attraverso una maggiore attività fisica e la perdita di peso.

Ma le pratiche yoga dolci e da seduti possono anche migliorare i livelli di zucchero nel sangue, in parte, migliorando il disagio correlato al diabete.

“Se pensiamo allo yoga nella sua forma più delicata – stare seduti, respirare e collegare il respiro al movimento – ciò ha un enorme impatto per i pazienti con diabete”, ha osservato Mullur.

E molti dei benefici dello yoga derivano dal suo ruolo non come pratica fisica ma come pratica di consapevolezza mente-corpo.

“Il supporto per [the blood glucose benefits of] lo yoga riguarda davvero la pratica fisica collegata al pranayama – il respiro – e alla meditazione”, ha detto Mullur.

Un numero crescente di ricerche suggerisce che le pratiche mente-corpo, in particolare lo yoga, possono abbassare i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete di tipo 2.

Nonostante le implicazioni positive, tuttavia, sono ancora necessarie ulteriori ricerche a lungo termine.

Comunque sia, quasi chiunque può trarre beneficio dalla pratica della consapevolezza. Thind ha detto che le persone con diabete di tipo 2 potrebbero provare le pratiche mente-corpo incluse nella recente ricerca per vedere se sono utili.

Se vivi con il diabete di tipo 2 e sei curioso di sapere se le pratiche mente-corpo potrebbero aiutarti a gestire i sintomi, potresti voler parlare prima con il tuo medico. E indipendentemente dal tipo di pratica di consapevolezza che scegli, è sempre una buona idea imparare da un insegnante qualificato.

“Gli individui con condizioni croniche che sono nuovi allo yoga o al qigong dovrebbero praticarli sotto la supervisione di un istruttore qualificato per garantire la loro sicurezza”, ha detto Thind.

Controlla anche

Il farmaco dimagrante Semaglutide influisce sul sapore del cibo?

Condividi su Pinterest In rapporti recenti, le persone hanno descritto in modo aneddotico i cambiamenti …