Monkeypox rilevato nel cane: cosa sapere

Condividi su PinterestPer la prima volta è stato rilevato il vaiolo delle scimmie in un cane da compagnia. Il cane era un levriero italiano della stessa razza del cane visto sopra. Jen Marquez Ginn/500px/Getty ImagesÈ noto che gli animali selvatici, inclusi roditori e primati, vengono infettati dal vaiolo delle scimmie nei paesi in cui il vaiolo delle scimmie è endemico.Ora, per la prima volta, è stato documentato il caso di un cane che ha contratto il vaiolo delle scimmie.Gli autori affermano che le prove mostrano che il virus ha causato una vera malattia canina e sottolinea la necessità per le persone infette di isolarsi dai loro animali domestici.

Un cane da compagnia sembra aver contratto il vaiolo delle scimmie dai suoi proprietari infetti, secondo le prove pubblicate sulla rivista medica The Lancet.

Sebbene ci siano prove preliminari che gli animali selvatici possono contrarre il vaiolo delle scimmie, questo è il primo caso noto di un cane da compagnia che contrae il virus del vaiolo delle scimmie attraverso la trasmissione umana, afferma il rapporto.

Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere la traiettoria della malattia nei cani, tuttavia, i ricercatori affermano che le prove suggeriscono che le persone infette dal vaiolo delle scimmie dovrebbero isolarsi dai loro animali domestici.

Il dottor William Schaffner, direttore medico della National Foundation for Infectious Diseases (NFID), dice che si aspettava di sentire che il vaiolo delle scimmie si era diffuso agli animali domestici.

“Penso che sarà molto raro, ma poteva essere previsto perché si tratta di un virus che ha origine nella popolazione animale, entra negli esseri umani e viene trasmesso negli esseri umani di solito in modo molto localizzato in Africa, ma ovviamente ha è scoppiato e ora viene trasmesso molto più ampiamente da persona a persona nell’Europa occidentale, in Canada e negli Stati Uniti”, ha detto Schaffner a Healthline.

Due uomini, di 44 e 27 anni, hanno visitato un ospedale in Francia il 10 giugno 2022, con eruzioni cutanee, mal di testa, affaticamento e lesioni anali.

Gli uomini, che vivono nella stessa famiglia e sono partner non esclusivi, hanno sviluppato ulcere anali sei giorni dopo aver fatto sesso con altri partner.

Dodici giorni dopo la comparsa dei sintomi, il loro cane – un levriero italiano di quattro anni senza problemi di salute di base – ha sviluppato lesioni mucocutanee, pustole addominali e un’ulcerazione anale.

Le lesioni del cane sono state tamponate tramite un test PCR e successivamente sono risultate positive al vaiolo delle scimmie.

Il sequenziamento virale ha dimostrato che il cane è stato infettato dallo stesso ceppo di uno dei suoi proprietari, un ceppo che si è diffuso in paesi non endemici per tutto il 2022.

Secondo il rapporto, i proprietari affermano di essere stati attenti a non diffondere l’infezione al loro cane, ma hanno permesso al cane di dormire nel loro letto.

Monkeypox si diffonde principalmente attraverso il contatto ravvicinato e le superfici contaminate.

“Pensiamo che la via respiratoria sia un modo meno efficace per trasmetterlo e devi davvero essere vicino a una persona per periodi di tempo prolungati”, ha detto Schaffner.

Secondo Schaffner, le persone infette che hanno lesioni possono spargere virus infettivi sui letti, che possono quindi trasmettere il virus ad altri.

È anche possibile che i proprietari fossero affettuosi con il cane e diffondessero l’infezione da un contatto ravvicinato prolungato.

“Ecco un caso in cui un cane era in stretto contatto con due persone che avevano il vaiolo delle scimmie, che avevano lesioni evidenti, e sono le lesioni che sono estremamente contagiose”, ha detto Schaffner.

La dott.ssa Amesh Adalja, studiosa senior presso il Centro per la sicurezza sanitaria della Johns Hopkins University ed esperta di malattie infettive, afferma che il vaiolo delle scimmie è principalmente un’infezione zoonotica che deriva dagli animali.

È noto che gli animali selvatici, inclusi roditori e primati, vengono infettati dal vaiolo delle scimmie nei paesi in cui il vaiolo delle scimmie è endemico.

Monkeypox è stato rilevato nei primati in cattività in Europa e nei cani della prateria negli Stati Uniti dopo essere stati esposti ad animali importati che sono stati infettati.

“Sappiamo che il vaiolo delle scimmie può infettare una varietà di animali, quindi non è sorprendente”, ha detto Adalja.

Questo è il primo caso di infezione di un animale domestico.

Gli autori affermano che le prove mostrano che il virus ha causato una vera malattia canina e sottolinea la necessità per le persone infette di isolarsi dai loro animali domestici.

“Se sviluppi il vaiolo delle scimmie, penso che tu debba mantenere le distanze dal tuo cane o gatto”, ha detto Schaffner.

Detto questo, se non hai l’infezione, non è necessario isolarti dai tuoi animali domestici o preoccuparti di dare al tuo animale domestico l’infezione, ha aggiunto Schaffner.

Sono necessarie ulteriori ricerche per capire quanto sia comune questo tipo di trasmissione insieme alla prognosi nei cani.

Nuove prove mostrano che un cane da compagnia sembra aver contratto il vaiolo delle scimmie dai suoi proprietari infetti. Il vaiolo delle scimmie è una malattia zoonotica che ha origine negli animali, quindi gli specialisti di malattie infettive non sono sorpresi di sentire che un cane domestico ha contratto l’infezione. I medici affermano che le persone infette dovrebbero isolarsi dai loro animali domestici per evitare di trasmettere loro il virus.

Controlla anche

Le donne più giovani affrontano il 52% in più di rischio di diabete di tipo 2 dopo l’isterectomia

Condividi su PinterestUn ampio studio suggerisce che le donne sottoposte a isterectomia corrono un rischio …