Nuovo HUMIRA Biosimilare per le malattie autoimmuni

Condividi su PinterestUn nuovo farmaco sta fornendo alle persone con determinate malattie autoimmuni una scelta aggiuntiva per il trattamento. Westend61/Getty ImagesLe autorità di regolamentazione federali hanno approvato l’uso di una nuova versione di un biosimilare HUMIRA noto come HADLIMA per il trattamento di alcune malattie autoimmuni.La nuova versione di HADLIMA può essere utilizzata per trattare varie forme di artrite, nonché il morbo di Crohn, la colite ulcerosa e la psoriasi a placche.Le autorità di regolamentazione avvertono che esiste un rischio di infezione e altri effetti collaterali con le versioni precedenti e nuove di HADLIMA.

La Food and Drug Administration ha approvato l’uso di una formulazione ad alta concentrazione e priva di citrati di HADLIMA, un farmaco biosimilare HUMIRA, per il trattamento di alcune malattie autoimmuni.

Una versione a concentrazione inferiore del biosimilare era stata precedentemente approvata nel 2019.

“Biosimilare significa che il prodotto biologico è approvato sulla base di dati che dimostrano che è molto simile a un prodotto biologico approvato dalla FDA, chiamato prodotto di riferimento”, ha spiegato David Lopez, PharmD, APh, BCACP, Manager of Formulary and Benefits Design con Piano sanitario di Los Angeles.

I biosimilari sono progettati per aumentare le scelte terapeutiche e possibilmente ridurre i costi nel mercato dei farmaci biologici.

“Un paziente può passare da HUMIRA a HADLIMA”, ha detto a Healthline Neal Patel, DO, medico di famiglia del Providence St. Joseph Hospital di Orange County, in California. “Dato il dosaggio settimanale, se un paziente sta assumendo HUMIRA per una settimana, può passare ad HADLIMA la settimana successiva. Durante i primi giorni, il paziente potrebbe iniziare a sentire un certo sollievo dai sintomi iniziali. Tuttavia, tutti gli effetti complessivi del farmaco non entreranno in vigore per circa una o due settimane”.

Prima di cambiare, dicono gli esperti, è meglio contattare la compagnia di assicurazione sanitaria per assicurarsi che il nuovo farmaco sia coperto.

La FDA ha approvato HADLIMA come farmaco ad alta concentrazione (100 mg/mL). Il produttore prevede che sarà disponibile a partire da luglio 2023. Può essere utilizzato come trattamento per:

Le persone con un’infezione attiva, le persone con più di 65 anni e quelle che assumono altri farmaci immunosoppressori non dovrebbero assumere HADLIMA, secondo un documento della FDA per l’approvazione del farmaco nel 2019.

Il comunicato stampa sull’ultima approvazione elenca problemi e preoccupazioni simili.

“I pazienti o i loro assistenti possono iniettare HADLIMA utilizzando l’iniettore push-touch o una siringa preriempita”, ha detto Lopez a Healthline.

Il farmaco sarà disponibile come siringa preriempita o autoiniettore.

“Questo dovrebbe essere discusso con il tuo medico e la formazione fornita. Dovrebbe esserci un follow-up medico, se necessario”, ha aggiunto Lopez.

Un vantaggio di HADLIMA è che è privo di citrati, il che significa che c’è meno possibilità di irritazione al sito di iniezione.

Poiché HADLIMA può esporre le persone a un rischio maggiore di infezione, il trattamento dovrebbe essere attentamente considerato per le persone con infezione cronica o ricorrente, quelle esposte alla tubercolosi e coloro che si recano in aree con tubercolosi endemica o micosi, secondo il comunicato stampa che annuncia l’ultimo approvazione.

L’agenzia federale ha approvato il farmaco con un avvertimento in scatola sul potenziale sviluppo di infezioni e neoplasie gravi.

Bambini e adolescenti trattati con bloccanti del fattore di necrosi tumorale (TNF) come HADLIMA hanno riferito di aver sviluppato linfoma e altri tumori maligni. Un inibitore del TNF è un farmaco che aiuta a fermare o ridurre l’infiammazione delle articolazioni e fermare la progressione della malattia autoimmune.

Altri inibitori del TNF includono:

Remicade (Infliximab)HUMIRA(Adalimumab)Enbrel (Etanercept)Simponi (Golimumab)Cimzia (Certolizumab)

Gli effetti collaterali più comuni di HADLIMA sono:

Infezioni, come infezioni delle vie respiratorie superiori o sinusite Reazioni al sito di iniezione Mal di testa Eruzione cutanea

Numerosi farmaci potrebbero interagire negativamente con HADLIMA. Gli esperti raccomandano di parlare con il medico e il farmacista in merito alle potenziali interazioni.

“Il sito web di informazioni sui farmaci HADLIMA indica che ‘non sono stati condotti studi per vedere come HADLIMA interagisce con il cibo'”, ha osservato Patel.

“Anche gli studi non sono stati ancora condotti per determinare se ci sono interazioni con questo farmaco e alcol”, ha continuato Patel. “Il produttore consiglia di evitare qualsiasi tipo di alcol in generale con i farmaci per cercare di migliorare l’efficacia e l’efficienza del farmaco. Come accennato, tuttavia, non è consigliabile consumare alcol durante l’assunzione di questo farmaco”.

Controlla anche

Perdita di peso: i programmi di telemedicina combinano il coaching con Semaglutide per un maggiore successo

Condividi su PinterestLe società di telemedicina stanno aiutando le persone a perdere peso a lungo …