Opinione: Tre Monza a cui la Juventus deve fare attenzione

Sfortunatamente per la Juventus, i giorni in cui si collezionavano vittorie di routine sono ormai lontani. L’abbiamo detto lo scorso fine settimana prima dello scontro della Salernitana, e suona ancora più vero dopo quella che è stata una settimana disastrosa in tutti i sensi.

Con la nostra campagna europea che sembra già condannata, i bianconeri devono almeno rimettere in ordine la loro stagione nazionale con una vittoria contro un club che deve ancora assaporare una sola vittoria in Serie A in tutta la sua storia.

I biancorossi, comunque, non sono rimasti inattivi. Il club ha deciso di esonerare Giovanni Stroppa dopo l’inizio poco brillante (hmm, idea interessante) e ha promosso per il ruolo l’ex attaccante della Juventus Raffaele Palladino.

Diamo quindi un’occhiata più da vicino alla rosa di Monza e identifichiamo alcune delle loro migliori risorse.

Michele Di Gregorio (Porta)

Nonostante la neopromossa abbia avuto difficoltà nei primi sei turni di campionato, le cose sarebbero andate decisamente peggio se non fosse stato per i servizi di Di Gregorio tra i pali.

Il calcio italiano produce spesso portieri formidabili e il 25enne potrebbe diventare la prossima rivelazione grazie alle sue grandi capacità e al suo autentico carisma.

Nicolò Rovella (centrocampista)

Quest’uomo non ha bisogno di presentazioni. Rimase infatti tra i convocati di Max Allegri fino alla scadenza del mercato estivo, quando la Juventus decise di mandarlo in prestito al Monza in seguito all’arrivo di Leandro Paredes.

Tuttavia, il 21enne si è subito ritagliato un ruolo da titolare in Brianza e non vede l’ora di fare una vera dichiarazione contro il club dei suoi genitori.

Gianluca Caprari (seconda punta)

Nonostante il suo inizio di stagione lento, Gianluca Caprari potrebbe essere uno dei giocatori più sottovalutati del campionato, almeno in base alle sue prestazioni con il Verona la scorsa stagione.

Mentre il 29enne ha lottato per trovare la sua forma migliore sotto la sorveglianza di Stroppa, Palladino sarà ansioso di sbloccare tutto il potenziale del suo talentuoso attaccante, che potrebbe causare scompiglio per le difese bianconere.

Controlla anche

Nedved dice che Allegri non è mai stato vicino a perdere il lavoro

Il vicepresidente della Juventus Pavel Nedved ha rivelato che non c’è mai stato un momento …