Per i creatori di contenuti, l’Asus Zenbook Pro 14 Duo OLED è il vero affare

Togliamo di mezzo la domanda più difficile: Asus Zenbook Pro 14 Duo OLED (UX8402) vale il tuo tempo? È tra i migliori laptop Windows rilasciati quest’anno se sei un creatore di contenuti. E se non rientri in questa categoria, puoi comunque usarlo per fare tutto il resto, ma fai attenzione al prezzo, soprattutto se hai intenzione di metterlo nella lista della spesa solo per il gusto di digitare e-mail o semplicemente navigando. Il nome è davvero un boccone ma il dispositivo è diverso da tutti gli altri che abbiamo utilizzato, visto il formato dual-screen.

Non che questa sia la prima opzione a doppio schermo di Asus, ma si può dire che l’azienda ha perfezionato l’arte di realizzarne uno, soprattutto per quanto riguarda il sistema di raffreddamento.

Usa lo stilo per prendere appunti

Lo schema

È un laptop speciale dotato di un grande display principale OLED 2.8K da 14,5 pollici, ma c’è anche un secondo schermo da 12,7 pollici. Fondamentalmente, due display su un laptop. Ci sono casi d’uso in cui vorrei avere un secondo schermo, ma ci sono anche dei compromessi per avere due display su un laptop.

Guardandolo dal punto di vista del design, non c’è spazio per lamentele perché c’è uno splendido chassis in metallo, un logo Asus aggiornato con un’atmosfera Star Trek ed è molto leggero (date le specifiche) a soli 1,75 kg.

Qualcosa di importante: Asus è riuscita a bilanciare bene i due schermi in modo che il laptop possa essere “lapable”. Ti sentirai a tuo agio tenendo il dispositivo in grembo per 30-40 minuti, purché non sia necessario digitare molto. Torneremo a quella parte più tardi. Se si tratta di editing video o visione di contenuti, non è un problema.

Ci sono abbastanza porte, incluso un jack audio combinato sul lato sinistro e poi sulla mano destra ci sono due porte Thunderbolt 4 e una porta USB-A. E sul retro, hai una porta HDMI, uno slot per schede microSD e il connettore di alimentazione.

Una volta aperto, noterai che la tastiera si trova nella metà inferiore della macchina. Questo doveva essere fatto per ospitare il secondo display. È una tastiera molto tattile ed è ottima per digitare, ma dal punto di vista ergonomico non è l’opzione migliore se stai cercando un dispositivo solo per la digitazione in quanto non c’è il poggiapolsi. È un compromesso che doveva essere fatto per accogliere lo schermo secondario.

Il touchpad è fantastico ma dovrebbe esserci un modello per i mancini. In caso contrario, il touchpad è molto preciso e ci sono pulsanti fisici reali con cui puoi lavorare.

Il design della cerniera consente un flusso d’aria sufficiente

Display(i) come nessun altro

Il display secondario è da 12,7 pollici e non è OLED come il display principale da 14,5 pollici ma è un pannello IPS di ottima qualità. Riflette lo stesso tipo di precisione del colore che ottieni su quello più grande. Entrambi usano 120Hz ed entrambi hanno un’eccellente gamma di colori. La star dello spettacolo è, ovviamente, il display superiore. Il display OLED non è il pannello di prima generazione che abbiamo visto nei laptop precedenti; su questi colori semplicemente pop. Se giochi su questo o guardi contenuti, non sarai mai in grado di spostarti su un altro laptop. E ha un basso tempo di risposta di 0,2 millisecondi. Non vedo l’ora di vedere che anche i laptop da gioco all-out utilizzano questo display.

Non abbiamo finito. Ci sono pulsanti fisici che ti consentono di spostare le app avanti e indietro tra i due display. Oppure puoi semplicemente usare il mouse per trascinare un’app sul display secondario.

Forse la cosa più interessante è che ha un software integrato che ti consente di accedere rapidamente a determinate applicazioni. Puoi aggiungere alcune delle tue app preferite sul display secondario, facilitando l’accesso. Altre cose includono la possibilità di accendere o spegnere la fotocamera premendo un pulsante e lo stesso vale per il microfono. È possibile regolare la luminosità dello schermo inferiore, che arriva fino a circa 500 nits. Toccando lo schermo con tre dita, si trasforma in un touchpad.

La macchina viene fornita con la Pen 2.0 di Asus, che è un’ottima opzione e mi piace usarla sul display secondario per prendere appunti poiché è abbastanza piatta per scrivere e sembra naturale. Un cavillo: non c’è un silo per contenere lo stilo, che continuo a dimenticare di portare in giro.

Il touchpad è preciso e viene fornito con pulsanti fisici

Miglioramenti significativi delle prestazioni

Tutto questo ci porta alla cerniera per il display secondario, che si lega indirettamente alle prestazioni. Il miglioramento sulla cerniera assicura che ci sia molto spazio per il flusso d’aria e il secondo schermo si alza un po’ più di prima. Il display principale è luminoso e bello ma galleggia sui trampoli che ci sono mentre il secondario è sostenuto dagli stessi trampoli. Lo spazio risultante tra lo schermo secondario e la macchina consente un flusso d’aria molto maggiore, mantenendo il laptop fresco.

Sono disponibili tre modalità di esecuzione: Whisper, Standard e Performance. Se lo tieni su Whisper, le ventole saranno inferiori a 40 decibel ma in modalità Standard le ventole tendono ad accendersi più spesso. Tuttavia, il laptop non si riscalda troppo perché c’è abbastanza flusso d’aria.

A condurre lo spettacolo è il processore Intel Core i9 12900H di 12a generazione con 32 GB di RAM LPDDR5. Adobe Premiere Pro funziona molto bene e lo stesso vale per Photoshop. Per quanto riguarda After Effects, dipende da quanto lo stai usando. In caso di semplici modelli 3D, le cose dovrebbero andare bene.

Questo è un laptop principalmente per creatori e sviluppatori di video, in particolare quest’ultimo perché hai lo spazio verticale nel display 16:10, più un secondo display sottostante che ti offre più spazio sullo schermo durante la digitazione dei codici.

Anche se non è stato progettato per i giochi, puoi farla franca con titoli complicati purché tu stia bene abbassando leggermente la risoluzione. Qualcosa come Overwatch funziona senza intoppi.

Anche l’audio sulla macchina è impressionante. Sintonizzato da Harman Kardon, c’è il supporto per Dolby Atmos e suonano molto bene anche se si tratta di altoparlanti dal basso. Ci sono abbastanza bassi e profondità.

Comprare o seppellire?

Per chi fa editing video, foto o audio, lo schermo secondario è utile e unico. Aiuta anche a prendere appunti facilmente.

Un paio di problemi che Asus può esaminare: in primo luogo, la webcam a 720p è buona, ma i rivali offrono opzioni migliori. In secondo luogo, il pacchetto antivirus McAfee deve essere eliminato perché Microsoft Defender è abbastanza efficiente. Per chi è alla ricerca di un laptop da gioco puro, prova ROG Zephyrus Duo 16.

Per quanto riguarda la durata della batteria, può essere tra le quattro e le sei ore sullo schermo, il che non è male perché ci sono due schermi.

Asus Zenbook Pro 14 Duo OLED (UX8402) parla delle possibilità di ciò che può essere ottenuto su un laptop. Per i creatori di contenuti, questo è il vero affare.

Il nuovo logo Asus ha un tocco di Star Trek A colpo d’occhio

Dispositivo: Zenbook Pro 14 Duo OLED (UX8402)

Prezzo: Verso l’alto di Rs 144.990 (l’unità di revisione ha un prezzo di Rs 224.990)

Note alte

Il secondo schermo è utile se sei un creatore di contenuti C’è un flusso d’aria sufficiente per mantenere il laptop fresco Porte sufficienti ScreenPad può diventare un touchpad Design eccellente

Note smorzate

Il trackpad si trova sul lato destro, quindi può essere difficile da raggiungere se sei mancino La webcam a 720p è datata

Controlla anche

Google Workspace sta ottenendo un ottimo upgrade gratuito della produttività

Iscriviti alla nostra newsletter Tutte le migliori funzionalità, notizie, suggerimenti e grandi offerte per aiutarti …