Potter ammette che il Chelsea cambia enormemente una “sfida” da gestire

Il boss del Chelsea Graham Potter ammette che gli enormi cambiamenti in atto nel club sono una “sfida” da gestire.

Potter, tuttavia, dice che l’attenzione dovrebbe essere sull’immediato e non sul lungo termine, per i giocatori.

Ha detto: “Il cambiamento è un bene, è un male ed è una sfida. È il modo in cui lo gestisci, come ci lavori. È ben documentato cosa è successo con la proprietà, l’allenatore e le persone, a volte fa parte della vita ed è così che lo gestiamo noi.

“La sfida, un po’ più di una sfida a breve termine, è come allinei le risorse che hai, come allinei l’idea del calcio con tutto ciò che hai e la rendi vincente. Il passato, le risorse o la storia non ti garantiscono qualsiasi cosa in questo campionato. Ci sono molti club che hanno speso molti soldi e non hanno ottenuto ciò che forse volevano. Si tratta di mettere tutto in ordine e di una strategia chiara.

“Il vitale suona un po’ come la vita o la morte, o drammatico, è quello che è. Non posso controllare la percezione delle persone di ciò che facciamo o meno, piuttosto che preoccuparmi di ciò che faremo a maggio o giugno, io” Mi sono concentrato solo sulla prossima partita e sul prossimo allenamento, cercando di migliorare la squadra”.

Controlla anche

Cutler sbatte i boo-boys dell’Aston Villa: Gerrard non se lo meritava

L’ex allenatore dei portieri dell’Aston Villa Neil Cutler ha colpito i fan per il modo …