Recensione Edifier MP230: un altoparlante Bluetooth originale con uno stile retrò

Iscriviti alla nostra newsletter

Grazie per esserti iscritto a T3. Riceverai a breve un’e-mail di verifica.

C’era un problema. Perfavore ricarica la pagina e riprova.

Inviando le tue informazioni accetti i Termini e condizioni (si apre in una nuova scheda) e l’Informativa sulla privacy (si apre in una nuova scheda) e hai almeno 16 anni.

Qualsiasi recensione di Edifier MP230 deve iniziare commentando il suo aspetto: sembra che qualcuno abbia idea di come sarebbe stato un diffusore nel 1950 se la tecnologia wireless fosse esistita allora.

Il mercato degli altoparlanti Bluetooth wireless portatili alimentati a batteria a prezzi accessibili è grande e diventa sempre più grande, ma il marchio cinese Edifier pensa di sapere come distinguersi dalla massa.

La sua individualità porterà l’MP230 a distanza, non ne dubito. Ma avrà bisogno di qualcosa di più di un’estetica “moderna della metà del secolo” se vuole lasciare il segno contro alcuni dei migliori altoparlanti Bluetooth della città…

Edifier MP230: prezzo e disponibilità

L’altoparlante Bluetooth portatile Edifier MP230 è ora in vendita e nel Regno Unito ti costerà £ 99 e qualche spicciolo. In America, ha un prezzo di $ 149. Costerà ai clienti australiani AU $ 179 o giù di lì.

La tua scelta di Bluetooth da £ 100 e/o altoparlanti intelligenti non è esattamente limitata: appena fuori dalla mia testa, potrei indicarti l’Audio Pro P5, il Bose SoundLink Flex, l’Huawei Sound Joy, il JBL Flip 6… tutti lì o giù di lì quando si tratta di prezzo, e tutti sono riconosciuti da T3.com come tra le migliori opzioni libbra per sterlina in circolazione. Quindi, sebbene l’Edifier MP230 abbia un’estetica distintiva rispetto alla maggior parte della concorrenza, ci vorrà un po’ di più per renderlo un successo.

Le migliori offerte di oggi di Edifier MP230

(si apre in una nuova scheda) (si apre in una nuova scheda) Recensione di Edifier MP230: prestazioni e caratteristiche

(Credito immagine: futuro)

‘Fino a un punto’ è una frase che verrà rivisitata nel corso di questa recensione. Perché ci sono alcune cose in cui l’MP230 è abbastanza bravo, fino a un certo punto.

Prendi la riproduzione a bassa frequenza, per esempio. Nessuno si aspetta bassi sismici da un piccolo altoparlante come questo, ma l’Edifier si comporta abbastanza bene con la presenza dei bassi, fino a un certo punto. A volumi modesti, l’estremità inferiore è abbastanza ben sagomata, ben controllata e in realtà piuttosto vivace. Ma aumenta un po’ il volume, o metti un po’ di musica con un’enfasi dei bassi molto pronunciata, e l’MP230 può perdere autorità sulla propria riproduzione delle basse frequenze. Il basso può macchiare e una linea di basso in rapido movimento può diventare un ronzio ininterrotto.

È anche abbastanza piacevolmente dettagliato e informativo attraverso la gamma media, fino a un certo punto. Il carattere e l’atteggiamento di un cantante sono consegnati più o meno intatti, ma l’Edifier non è particolarmente abile a cogliere le variazioni dinamiche oi cambiamenti di enfasi che possono verificarsi durante il corso di una registrazione. Tutto ciò che accade nella gamma media si verifica a un livello costante di intensità, che può trasformare “luce e ombra” della maggior parte delle registrazioni in un tono monotono.

Per quanto riguarda la parte alta della gamma di frequenze, le notizie sono generalmente piuttosto buone, a patto di essere cauti con il controllo del volume. Se sei tentato di ascoltare a volumi più significativi, gli acuti piuttosto piacevoli, dettagliati e ben organizzati diventano sottili e inconsistenti – che, come tutti sappiamo, è l’opposto di “piacevole” da ascoltare.

Considerando quanto siano vicini tra loro i driver all’interno del piccolo cabinet, la separazione stereo percettibile deve essere applaudita. Ma ancora una volta, questo è solo fino a un certo punto: il volume, come al solito, è il nemico dell’MP230. Troppo può trasformare l’altoparlante da un dispositivo stereo dal suono ristretto in un altoparlante mono mal disciplinato.

(Credito immagine: futuro)

La mancanza di regolazione dell’equalizzazione significa che non c’è nemmeno la possibilità che l’utente finale intervenga qui. Il suono che ti viene dato è il suono che ottieni.

L’MP230 utilizza Bluetooth 5.0 per la connettività wireless. Edifier non è poi così disponibile in merito alla compatibilità dei codec, ma è decisamente buono per SBC e AAC – e non ci sono problemi a inserire a bordo un file TIDAL Masters basato su MQA.

All’interno, l’MP230 è dotato di una coppia di driver full-range da 48 mm (rivolti in avanti) e di un radiatore passivo (rivolto all’indietro) che offre un rinforzo alle basse frequenze. Ciascuno dei driver è alimentato da 10 watt di amplificazione di Classe D.

Sul retro del cabinet c’è un USB-C: serve sia per l’alimentazione che per il trasferimento dei dati, quindi può essere utilizzato per caricare la batteria o facilitare la riproduzione. C’è anche un ingresso analogico da 3,5 mm e uno slot per una scheda microSD e/o TF, che è quasi tanto un ritorno al passato quanto l’aspetto dell’altoparlante.

Ciò che non c’è, tuttavia, è la classificazione IP, che piuttosto mette un freno alle affermazioni dell’MP230 di essere un altoparlante portatile. A meno che, ovviamente, “portatile” in questo caso non significhi semplicemente “facilmente spostato da una stanza all’altra della tua casa”.

Recensione Edifier MP230: design e set up

(Credito immagine: futuro)

Niente plastica e gomma robuste e durevoli per Edifier MP230, grazie mille, invece, è costruito in MDF ricoperto da un involucro in vinile effetto legno. In combinazione con la sua griglia in tessuto e cinque pulsanti di controllo in stile pianoforte color rame, sembra più un radiogramma miniaturizzato degli anni ’50 che qualcosa del 21° secolo come un altoparlante wireless alimentato a batteria. I controlli coprono ‘Bluetooth pairing’, ‘power on/off’, ‘play/pause’ e ‘volume up/down’ – questi ultimi due possono essere anche ‘salta avanti/indietro’ se tieni premuto.

Edifier sta rivendicando una vita dalla batteria agli ioni di litio da 2500 mAh dell’MP230 di dieci ore qui – che, a quanto pare, è facilmente realizzabile. È discutibile se vorrai o meno sfruttare questa resistenza imbragando l’MP230 in una borsa e portandolo in giro.

Con 85 x 97 x 162 mm (AxLxP) e 850 g, l’Edifier è sicuramente portatile, ma mentre il cabinet ha un bell’aspetto in un modo retrò, sembra anche che possa segnare o graffiare abbastanza facilmente. C’è un motivo se la maggior parte degli altoparlanti Bluetooth alimentati a batteria sono rimbalzati in gomma, dopotutto…

Recensione Edifier MP230: verdetto

(Credito immagine: futuro)

Un USP va tutto bene e, in tutta onestà, mi piace abbastanza l’USP dell’Edifier MP230. Ovviamente, rende l’altoparlante molto meno pratico dei suoi ovvi rivali, ma un’estetica individuale è spesso una buona idea. Ma un USP che consiste in una “crisi sonora al primo suggerimento di volume” è molto più difficile da superare.

Considera anche

In un certo senso, l’Audio Pro P5 è simile all’Edifier MP230. Sono entrambi a corto di funzionalità e sono entrambi l’opposto degli altoparlanti “intelligenti”. Il P5 non ha nemmeno la durata della batteria per eguagliare quella dell’MP230. Ma quello che ha è una qualità del suono piacevole, coinvolgente e abbastanza convincente – e questo vale indipendentemente dal livello del volume a cui decidi di ascoltare.

Le migliori offerte di oggi per Edifier MP230 e Audio Pro P5

(si apre in una nuova scheda) (si apre in una nuova scheda)

Controlla anche

Cara Disney, per favore smettila di fare film Marvel più lunghi del necessario

Iscriviti alla nostra newsletter Tutte le migliori funzionalità, notizie, suggerimenti e fantastiche offerte per aiutarti …