Recensione Logitech G413 TKL SE: una tastiera da gaming economica e basica

Iscriviti alla nostra newsletter

Grazie per esserti iscritto a T3. Riceverai a breve un’e-mail di verifica.

C’era un problema. Perfavore ricarica la pagina e riprova.

Inviando le tue informazioni accetti i Termini e condizioni (si apre in una nuova scheda) e l’Informativa sulla privacy (si apre in una nuova scheda) e hai almeno 16 anni.

Si esita a descrivere qualcosa di così banale come una tastiera da gioco come se avesse un concetto, ma questo è effettivamente il caso dell’ingombrante G413 TKL SE di Logitech. Certamente va contro la grana generale delle migliori tastiere da gioco, dal momento che è tutto incentrato sul minimalismo e non ha illuminazione RGB, mentre i suoi colleghi, quasi per definizione, fanno di tutto per calzare quante più campane e fischietti possibile nel loro design.

Al contrario, e piuttosto audacemente, il G413 TKL SE di Logitech sembra essere desideroso di suonare con l’attuale clima finanziario di inflazione e bollette alle stelle: grazie al suo concetto senza fronzoli, sfoggia un prezzo conveniente. Con il reddito disponibile ridotto in misura maggiore che mai, è straordinariamente tempestivo.

Logitech G413 TKL SE: prezzo e disponibilità

(Credito immagine: futuro)

Logitech G413 TKL SE è ora disponibile, al prezzo di £ 59,99/$ 69,99/AUD$ 129,95.

Controlla i widget in tempo reale in questa pagina per il miglior prezzo attuale e potresti essere in grado di trovare un affare. Oppure vai alla fine di questa recensione dove confrontiamo i suoi concorrenti più logici e valutiamo i loro pro e contro come considerazioni di acquisto alternative.

Le migliori offerte di tastiere da gioco meccaniche Logitech G413 SE di oggi

Recensione Logitech G413 TKL SE: specifiche

(Credito immagine: futuro)

Come ci si aspetterebbe da una tastiera incentrata sull’accessibilità, Logitech G413 TKL SE ha una scheda tecnica che riduce tutti i non essenziali. È cablato, per cominciare, anche se il suo cavo USB di quasi 2 m dovrebbe ospitare comodamente tutte le configurazioni di gioco tranne le più strane.

È retroilluminato, ma solo in bianco: se sei dell’opinione che una tastiera da gioco non sia una tastiera da gioco a meno che non possa essere illuminata con tonalità arcobaleno, allora ti consigliamo di lasciarla alla larga, dato che c’è assolutamente nessuna illuminazione RGB qui.

Fa anche a meno di un tastierino numerico e di qualsiasi forma di software di controllo. Il che può essere visto come un vantaggio data la scarsa qualità della maggior parte dei software di configurazione della tastiera da gioco (anche se non si può dire del software Logi Options+ di Logitech, che, sebbene installato sul mio PC, non ha riconosciuto il G413 TKL SE – lo farebbe sarebbe stato bello se potesse almeno essere usato per un po’ di rimappatura della tastiera).

La G413 TKL SE è una vera e propria tastiera meccanica: ti offre solo una scelta di interruttori, che sono simili a Cherry, sebbene non effettivamente realizzati da Cherry. C’è solo un’opzione di interruttore: Tattile, con una corsa piuttosto alta di 1,9 mm.

I copritasti sono realizzati in una plastica decente e di alta qualità, ma la sensazione generale della tastiera è una sorta di gusto acquisito. L’elevata corsa lo fa sentire un po’ rumoroso e, sebbene suonino cavi, piuttosto che scattanti, i tasti sono piuttosto rumorosi. Non è la migliore tastiera da gioco in circolazione, ma ha comunque funzionato in modo preciso e reattivo in vari giochi tra cui Apex Legends e Destiny 2.

L’ultimo elemento delle sue specifiche è il rollover a 6 tasti con anti-ghosting, il che in pratica significa che puoi tenere premuti sei dei suoi tasti contemporaneamente prima che si confonda. È un numero abbastanza basso per gli standard delle tastiere da gioco, ma comunque più che sufficiente per tutti tranne che per i giocatori più accaniti: se devi tenere premuti più di sei tasti contemporaneamente, devi giocare a qualcosa di piuttosto arcano.

Recensione Logitech G413 TKL SE: Design

(Credito immagine: futuro)

Fisicamente, il G413 TKL SE è pulito, ordinato e non spettacolare. È piccolo e leggero, grazie alla mancanza di un tastierino numerico, non enormemente più grande di alcune delle tastiere del 60% disponibili. Ha una fila ben delineata di tasti funzione e un set di tasti freccia posizionati comodamente all’estremità in basso a destra. Sopra c’è un gruppo di sei chiavi che include artisti del calibro di Ins e Del, ma manca di Prt Sc, che sarà una seccatura per coloro a cui piace catturare schermate.

Quando lo avvii, i suoi LED si accendono in sequenza dall’alto a sinistra verso il basso a destra, il che sembra carino, ma non può nascondere la mancanza di LED colorati, che molti giocatori vedono come una sorta di status symbol. I LED bianchi sono belli e luminosi e il carattere dei tasti è almeno chiaro e audace.

Sembra anche tutto abbastanza ben fatto, molto più di quanto ti aspetteresti da una tastiera così economica. Un frontalino in alluminio anodizzato nero sotto i tasti aggiunge la sensazione che Logitech non abbia lesinato sulla sua ingegneria generale.

Recensione Logitech G413 TKL SE: verdetto

Se mai c’è stato un momento per un’azienda come Logitech per lanciare una tastiera come la G413 TKL SE, è ora. Certo, è ridotto all’osso, ma ha un prezzo da abbinare e, sebbene possa mancare di funzionalità di lusso, non ha ancora problemi a eseguire le basi che la stragrande maggioranza dei giocatori si aspetterebbe.

Se sei il tipo di giocatore che si sente obbligato a possedere una tastiera che funge anche da status symbol, non ti impressionerà data la mancanza di illuminazione RGB. Ma se senti la stretta finanziaria e hai bisogno di una tastiera che faccia il lavoro ma lasci la minima ammaccatura sul tuo conto in banca, allora dovresti assolutamente dargli un’occhiata.

Considera anche

Logitech non è chiaramente l’unico produttore a tenere d’occhio la situazione economica generale: ci sono parecchie tastiere da gioco sul mercato con prezzi convenienti.

Se non puoi vivere senza l’illuminazione RGB, dai un’occhiata all’Apex 3 di Steel Series, che ha anche un poggiapolsi integrato. La K55 Pro di Corsair è una tastiera a membrana, piuttosto che meccanica, di prezzo simile.

Hai di più da spendere? La tastiera meccanica KB489L di Havit ha specifiche simili a Logi, oltre all’illuminazione RGB.

Le migliori offerte di tastiera da gioco meccanica Logitech G413 SE di oggi, SteelSeries Apex 3, Corsair K55 RGB Pro e Havit KB487L

Controlla anche

Google Workspace sta ottenendo un ottimo upgrade gratuito della produttività

Iscriviti alla nostra newsletter Tutte le migliori funzionalità, notizie, suggerimenti e grandi offerte per aiutarti …