Rodgers, boss del Leicester: Vardy capisce che non può andare avanti per sempre

Il boss del Leicester City, Brendan Rodgers, ammette di dover gestire Jamie Vardy durante le partite.

Vardy, capocannoniere del club nelle ultime sette stagioni, è stato eliminato al Brighton due settimane fa e sebbene i sostituti Patson Daka e Kelechi Iheanacho abbiano entrambi segnato, hanno perso la sua leadership.

Il talismano di 35 anni spera in un richiamo al Tottenham sabato con il Leicester che ha preso solo un punto in sei partite, ma Rodgers riconosce che è un difficile equilibrio.

“Jamie capisce dove si trova”, ha detto Rodgers. “Ha 36 anni a gennaio e sa che non potrà andare avanti per sempre. Dobbiamo solo gestirlo per ottenere la migliore versione possibile.

“Quando sono venuto qui nel 2019, le persone lo stavano cancellando e abbiamo trascorso alcuni anni fantastici da lui.

“È una sfida per qualsiasi giocatore, soprattutto per i migliori, quando arriva il momento in cui non sei abituato come prima. È sempre difficile da accettare. Tuttavia, devi cercare di supportare la squadra e il collettivo e poi fai del tuo meglio quando ti viene chiesto di giocare. Fa tutto il possibile per prendersi cura di se stesso”.

Ha aggiunto: “I due ragazzi (Daka e Iheanacho) hanno fatto molto bene nell’ultima partita, ma non puoi mai cancellare Jamie perché ha ancora quella fame, quella spinta e quel desiderio”, ha aggiunto Rodgers.

“Non credo di potermi aspettare da lui quello che stava facendo cinque anni fa. Dobbiamo solo massimizzare ciò che ha, che sia per un’ora, 90 minuti o 30 minuti dalla panchina. Tutto quello che voglio da Jamie o da qualsiasi altra cosa. giocatore è che mettono il piede a terra ogni minuto”.

Controlla anche

Il boss del New Brighton De Zerbi rivela le chat uno contro uno con i giocatori prima del Liverpool

Il boss del New Brighton Roberto de Zerbi ha affermato di aver tenuto una serie …