Rover Perseverance – Il rover Perseverance della NASA trova materia organica in campioni di roccia su Marte

Il team di scienziati ha chiamato una delle rocce campionate, “Wildcat Ridge”.

Twitter/ @latestinspace

Il rover Perseverance della NASA, che ha iniziato la sua missione su Marte 18 mesi fa, ha trovato della materia organica in campioni di roccia del pianeta, riferisce la CNN.

Tali campioni sono stati trovati dopo aver studiato il sito di un antico delta fluviale e sono considerati i campioni più importanti finora.

Il rover è in missione per determinare se la vita sia mai esistita sulla faccia della pianta rossa. A tal fine, la Perseveranza sta raccogliendo campioni di roccia che potrebbero dare qualsiasi indicazione sull’esistenza di vita microbica sul pianeta. Il rover ha finora raccolto 12 campioni di roccia.

Le recenti scoperte che includono la materia organica indicano che 3,5 miliardi di anni fa, il cratere Jezero aveva il potenziale per essere abitabile.

“Le rocce che abbiamo studiato sul delta hanno la più alta concentrazione di materia organica che abbiamo mai trovato durante la missione”, ha affermato Ken Farley, scienziato del progetto Perseverance presso il California Institute of Technology di Pasadena, secondo la CNN.

Dopo aver studiato la superficie del cratere, il rover ha trovato prove di roccia vulcanica o ignea. Perseverance ha studiato il pavimento nella sua seconda campagna negli ultimi cinque mesi e ha trovato prove di ricchi strati di roccia sedimentaria.

Il team di scienziati ha chiamato una delle rocce campionate, “Wildcat Ridge”.

“Il delta, con le sue diverse rocce sedimentarie, contrasta magnificamente con le rocce ignee – formate dalla cristallizzazione del magma – scoperte sul fondo del cratere”, ha detto Farley, secondo la CNN.

Il rover Perseverance della NASA, che ha iniziato la sua missione su Marte 18 mesi fa, ha trovato della materia organica in campioni di roccia del pianeta. Tali campioni sono stati trovati dopo aver studiato il sito di un antico delta fluviale e sono considerati i campioni più importanti finora.

Il rover è in missione per determinare se la vita sia mai esistita sulla faccia della pianta rossa. A tal fine, la Perseveranza sta raccogliendo campioni di roccia che potrebbero dare qualsiasi indicazione sull’esistenza di vita microbica sul pianeta. Il rover ha finora raccolto 12 campioni di roccia.

Le recenti scoperte che includono la materia organica indicano che 3,5 miliardi di anni fa, il cratere Jezero aveva il potenziale per essere abitabile.

“Le rocce che abbiamo studiato sul delta hanno la più alta concentrazione di materia organica che abbiamo mai trovato durante la missione”, ha affermato Ken Farley, scienziato del progetto Perseverance presso il California Institute of Technology di Pasadena, secondo la CNN.

Dopo aver studiato la superficie del cratere, il rover ha trovato prove di roccia vulcanica o ignea. Perseverance ha studiato il pavimento nella sua seconda campagna negli ultimi cinque mesi e ha trovato prove di ricchi strati di roccia sedimentaria.

Il team di scienziati ha chiamato una delle rocce campione, “Wildcat Ridge”.

“Il delta, con le sue diverse rocce sedimentarie, contrasta magnificamente con le rocce ignee – formate dalla cristallizzazione del magma – scoperte sul fondo del cratere”, ha detto Farley, secondo la CNN.

Controlla anche

Cara Disney, per favore smettila di fare film Marvel più lunghi del necessario

Iscriviti alla nostra newsletter Tutte le migliori funzionalità, notizie, suggerimenti e fantastiche offerte per aiutarti …