Se è la profondità che stai cercando, ATH-M20X BT ha molto da offrire

Ci sono alcune aziende di soluzioni audio con cui non puoi sbagliare, come Audio-Technica, che è nota per fornire suoni bilanciati. Ma anche per un’azienda come questa, le cuffie Bluetooth rappresentano una sfida perché molti dei dati in un file audio vengono uccisi durante il trasferimento tramite Bluetooth. Che ne dici di un’opzione che offre audio tramite Bluetooth ma allo stesso tempo c’è un jack per cuffie da 3,5 mm per offrire versatilità?

Di recente abbiamo avuto la possibilità di mettere le mani su ATH-M20X BT, che, come suggerisce il nome, ha una componente Bluetooth ma c’è di più in questo dispositivo. Il più grande vantaggio di questa particolare opzione è un palcoscenico sonoro chiaro che attraversa i generi. Ad esempio, da un lato ascolto una discreta quantità di musica classica occidentale e jazz, mentre dall’altro sono pop e suoni più pesanti. L’ATH-M20X BT può affrontare Chopin tanto quanto i Metallica.

Parliamo del suono

Non ci sono campanelli e fischietti sulle cuffie, il che ha aiutato l’azienda a ridurre i costi. Il dispositivo non ha nemmeno padiglioni completamente girevoli o custodia per il trasporto. Ovviamente suggerisce che tutta l’attenzione è concentrata sull’audio, oltre al quale si ottiene un’eccellente durata della batteria.

In termini di design, Audio-Technica lo mantiene abbastanza simile alle sue altre cuffie over-the-ear. Non è troppo grande e i padiglioni sono delle dimensioni giuste, mentre tutta la plastica lascia il posto a una qualità leggera

L’archetto ha un’imbottitura sufficiente mentre i padiglioni sono pieni di memory foam per far sentire l’utente a proprio agio

Sul padiglione sinistro ci sono i controlli. C’è una porta USB-C, una porta da 3,5 mm e poi tre pulsanti che hanno molteplici funzioni. La presenza della porta da 3,5 mm consente di utilizzare anche sorgenti analogiche. Quindi, se la batteria si esaurisce o qualsiasi dispositivo su cui stai ascoltando la musica non supporta il Bluetooth, puoi andare via cavo. E c’è un cavo da 3,5 mm nella confezione.

Sulla fascia si ottiene molta imbottitura, quindi anche dopo ore di utilizzo non si sente alcun peso. È perfetto per tutte le videochiamate. I padiglioni sembrano essere memory foam avvolti in una similpelle. E anche se non c’è molta traspirabilità lì, questi non hanno una forza di serraggio pazzesca.

Il driver da 40 mm offre un’enorme risposta in frequenza da 5 Hz a 32.000 Hz, che è ben oltre i soliti da 20 Hz a 20.000 Hz. Nel complesso, la firma del suono è un vero spasso. Tutto è chiaro ma c’è una sana spinta ai bassi. Il grande basso è ciò che ottieni qui, che è qualcosa che sentirai in quasi tutti gli ultimi brani di Lizzo. I medi sono mantenuti neutri mentre gli alti sono luminosi ma non troppo. Al di là della risposta in frequenza, l’imaging stereo è eccezionale.

C’è anche una modalità a bassa latenza. Quindi, se stai guardando video di YouTube o giocando, puoi ridurre la latenza. Quello che ho scoperto è che l’audio e il video si allineano bene durante la visione di un video di YouTube.

Dovresti prenderlo?

Ci sono i microfoni e fa un buon lavoro. Questi non hanno funzioni intelligenti o cancellazione del rumore, ma il suono scorre come un fiume. Se lo confronti con i modelli professionali dell’azienda, come l’M50X, non rimarrai deluso. Certo, la risposta dei bassi è leggermente inferiore perché il driver è leggermente più piccolo. Ma non ci sono tagli al comfort poiché i padiglioni sono leggeri e respirano bene. C’è coerenza nel suono e il soundstage non sembra troppo compresso. Se è la profondità che stai cercando, ATH-M20X BT ha molto da offrire e con un prezzo economico.

I padiglioni non possono essere fatti ruotare di 90 gradi A colpo d’occhio

Deivice: Audio-Technica ATH-M20X BT

Prezzo: 13.500 rupie

Note alte

Ambiente sonoro naturale C’è una porta da 3,5 mm 60 ore di durata della batteria Comodi archetto e padiglioni auricolari

Nota ovattata

I padiglioni non ruotano di 90 gradi

Controlla anche

Redmi A1 si rivolge agli utenti di smartphone che necessitano solo di un dispositivo per rimanere connessi

C’è ancora una folla considerevole che usa i feature phone. Parliamo a milioni. Secondo una …