Sony SRS-XG300 riproduce le sue carte per feste con suoni martellanti

Hai mai pensato di acquistare un ghettoblaster sotto forma di un altoparlante abilitato Bluetooth? Stiamo parlando di qualcosa che è costruito per l’avventura e, allo stesso tempo, costruito per durare. Di recente ci siamo imbattuti nel Sony SRS-XG300. Certo, il nome tradisce molto. Gli altoparlanti con prefisso X dell’azienda sono dotati dell’unità di altoparlanti X-Balanced di Sony per le feste. Nel caso in cui ritieni che le feste debbano essere un affare pesante, dai un’occhiata a XG500.

Essendo un candidato duro e duro, l’altoparlante è, ovviamente, impermeabile e resistente alla polvere con un grado di protezione IP67. Ancora più importante, l’altoparlante è grande e audace per fornire suoni martellanti in spazi aperti. Sicuramente non la roba per ascoltare una versione della società Gramophone di Strauss; stiamo parlando più sulla falsariga di Wolfgang Amadeus Shred di The Great Kat.

Ci sono diversi rivali in questa categoria di altoparlanti Bluetooth, in particolare JBL con la sua opzione Xtreme, ma c’è qualcosa nella messa a punto di Sony che accende la musica. Può gestire tanto Lizzo che fa i suoi “scuotimenti di capelli” in Good As Hell mentre calci la sabbia sulla spiaggia quanto può farsi strada attraverso A Perfect Day di Lou Reed mentre ti rilassi su una sedia a sdraio, abbattendo un Negroni. E il suono in molti modi rende giustizia al prezzo.

I LED sono presenti su entrambi i radiatori passivi e questi possono essere controllati tramite un’app

Spiaggia o lounge

Sony cerca di rendere l’altoparlante degno di nota con la sua scheda tecnica. Prendi, ad esempio, il supporto LDAC, che è il codec ad alta risoluzione proprietario di Sony. Il codec potrebbe non interessarti durante l’acquisto, ma ti interessa questo perché dà vita alla musica. È in grado di raggiungere un bitrate molto elevato di 990 kbps, che fornisce audio ad alta risoluzione. Può anche regolare automaticamente un bitrate inferiore di 330 kbps o 660 kbps per aumentare la stabilità. In altre parole, funziona bene in salotto tanto quanto in spiaggia. C’è anche il supporto per il solito SBC e AAC.

Per sentire la magia dell’oratore, prova qualcosa come i Beach Boys e i loro peana per catturare un’onda. Tutte le tecniche di studio, le armonie, il falsetto a volta e le complessità armoniche sono catturate in canzoni come Wouldn’t It Be Nice, Don’t Worry Baby e Good Vibrations. All’altro capo dello spettro c’è la musica di Dua Lipa e la sua atmosfera da discoteca in Future Nostalgia. Oppure prendi il bestseller perenne, Kind of Blue di Miles Davis, ricco di sottili movimenti di accordi. Puoi sentire la spontaneità dell’uomo.

Tutte le sfumature di un album vengono trasmesse con sufficiente chiarezza anche quando si aumenta il volume all’80%. E il “calcio” si sente chiaramente a questo volume e quando lo massimizzi, non rimarrai deluso perché la distorsione non rovina le cose. Il punto debole è compreso tra il 70 e l’80% del volume.

C’è una robusta maniglia gommata nella parte superiore con un meccanismo a scomparsa per farlo scorrere a filo con il resto dell’altoparlante quando non ne hai bisogno

Alla rovescia

L’altra parte dell’accordo è la progettazione e i controlli. Non è il più leggero degli altoparlanti Bluetooth ma è molto comodo rispetto all’XG500. Con dimensioni come 12,52 x 5,43 x 5,35 pollici scivolerà facilmente nel tuo borsone. C’è una robusta maniglia gommata nella parte superiore con un meccanismo a scomparsa per farlo scorrere a filo con il resto dell’altoparlante quando non ne hai bisogno. Quello che mi piace degli altoparlanti Sony rispetto alle opzioni JBL Xtreme è la finitura in tessuto che avvolge l’intero diffusore, conferendo al suono una qualità arrotondata.

I controlli includono i pulsanti di accensione, Bluetooth e Mega Bass su un lato e riproduzione/pausa/chiamata e volume sull’altro. C’è un lembo protettivo nella parte posteriore dove vieni accolto con una porta aux-in da 3,5 mm e una porta USB-A per caricare altri dispositivi mobili (l’altoparlante diventa una sorta di power bank). Ci sono pulsanti dedicati per la batteria e le luci. Premendo il primo si dice quanta batteria è rimasta mentre il secondo si occupa dei LED attorno ai due radiatori passivi su entrambe le estremità. La classificazione IP67 consente all’altoparlante di affrontare gli schizzi oltre ad essere completamente bagnato, ma non suggerirei di inzupparlo.

Più impressionante è il modo in cui funziona perfettamente con Android e iOS. Se utilizzi un dispositivo Android, utilizza Google Fast Pair. Per ottenere il massimo dall’altoparlante, scarica l’app Music Center di Sony che ti consente di giocare con il suono, affrontare le luci a LED e goderti i collegamenti alle app dei servizi di streaming di musica e audio che hai installato sul telefono, oltre a consentire l’accesso a qualsiasi audio file che hai archiviato localmente sul tuo telefono. Nell’app, per impostazione predefinita Mega Bass è attivo, ma puoi creare un’impostazione EQ personalizzata.

L’elemento divertente è l’impostazione DJ Effect. In un certo senso funge da mixer perché ottieni un effetto isolante e flanger. Anche senza alcuna conoscenza del DJing, puoi superare la funzione. È presente anche l’opzione per raggruppare gli altoparlanti insieme per far passare la musica in diretta, ma non sono stato in grado di testare questa funzione. Dovrebbe funzionare con altoparlanti che supportano Party Connect.

Dovresti comprarlo?

Forse l’unico elemento deludente è la qualità del microfono. È buono ma c’è margine di miglioramento. Per quanto riguarda la durata della batteria, può riprodurre fino a 25 ore per carica (a seconda del volume). Nel complesso, Sony SRS-XG300 riproduce le sue carte da party con suoni martellanti.

L’altoparlante Bluetooth viene fornito con il supporto dell’app A colpo d’occhio

Dispositivo: Sony SRS-XG300

Prezzo: 27.990 rupie

Note alte

Suono eccellente senza distorsioni ad alto volume I LED hanno un bell’aspetto Buona durata della batteria Utile supporto per le app

Note smorzate

La qualità del microfono avrebbe potuto essere migliore

Controlla anche

WhatsApp ora consente i collegamenti alle chiamate

Su app come Zoom e Google Meet, possiamo condividere link per effettuare videochiamate. La popolare …