Viene annunciato il trattamento del melanoma utilizzando le cellule immunitarie

Condividi su PinterestI ricercatori affermano di sperare che un nuovo tipo di terapia con cellule immunitarie possa essere efficace nel trattamento del melanoma. Irina Efremova/StocksyI ricercatori affermano che un nuovo tipo di terapia che utilizza le cellule immunitarie ha mostrato risultati promettenti in una sperimentazione clinica nel trattamento del melanoma.Il potenziale trattamento, noto come terapia TIL, incoraggia le cellule immunitarie a moltiplicarsi invece di rafforzarle.Gli esperti affermano che sperano che questa ultima ricerca incoraggi le autorità di regolamentazione federali ad approvare la terapia TIL per il trattamento del melanoma.

Il cancro della pelle è il più comune di tutti i tumori.

Sebbene il melanoma rappresenti solo l’1% circa dei tumori della pelle, causa la maggior parte dei decessi per cancro della pelle.

Quando il melanoma viene diagnosticato nelle sue fasi iniziali, la maggior parte delle persone risponde bene al trattamento. Ma quando la malattia non viene rilevata precocemente, spesso si diffonde ad altre parti del corpo e i trattamenti diventano più difficili.

Finora c’è stato solo un modesto successo nel trattamento del melanoma avanzato, ma ci sono notizie potenzialmente incoraggianti su questo fronte.

Ricercatori europei hanno recentemente annunciato alla conferenza annuale sulla salute dell’ESMO a Parigi che la terapia con linfociti infiltranti il ​​tumore (TIL), un nuovo trattamento per il melanoma avanzato, era più efficace di ipilimumab, la principale terapia esistente, in uno studio clinico di fase 3.

La terapia TIL non è ampiamente conosciuta dal pubblico e non è stata ancora approvata dalla Food and Drug Administration (FDA).

Tuttavia, è in circolazione da diversi anni negli studi clinici e c’è stata molta anticipazione sul suo potenziale.

La terapia TIL è in qualche modo simile alla terapia cellulare CAR-T, un trattamento immunoterapico sviluppato di recente, ma la terapia TIL implica incoraggiare le cellule immunitarie a moltiplicarsi anziché rafforzarle.

CAR-T ha dimostrato di essere efficace nei tumori del sangue come il linfoma, alcuni tipi di leucemia e, più recentemente, il mieloma multiplo.

Ma a differenza dei tumori del sangue, dicono gli esperti, i tumori solidi hanno in genere un numero di diversi tipi cellulari che variano tra i tipi di cancro.

Ciò rende difficile trovare un bersaglio CAR-T nei tumori solidi.

Il Dr. John Haanen, che è associato al Netherlands Cancer Institute di Amsterdam, è l’autore principale della sperimentazione clinica.

Ha affermato in un comunicato stampa che questo studio mostra per la prima volta in uno studio randomizzato e controllato che la terapia cellulare può essere efficace e benefica per i pazienti con tumori solidi.

“Per i pazienti con melanoma, vediamo una riduzione del 50 percento della possibilità di progressione della malattia o di morte a causa della malattia, il che cambia assolutamente la pratica”, ha affermato.

“Questa è la prima volta che un approccio basato su TIL è stato confrontato direttamente con il trattamento standard di cura, in questo caso, ipilimumab”, ha aggiunto Haanen. “Quindi, ora siamo in grado di posizionare il trattamento TIL molto meglio nel panorama gestionale per i pazienti con melanoma metastatico”.

Nello studio, 168 persone con melanoma metastatico sono state assegnate in modo casuale a ricevere il trattamento TIL o ipilimumab. Ipilimumab è in genere utilizzato nelle persone che non rispondono a un trattamento di prima linea chiamato terapia anti-PD-1. Quasi tutti i partecipanti allo studio non avevano risposto a quel trattamento.

I partecipanti sono stati seguiti per una mediana di quasi tre anni.

I pazienti in terapia TIL hanno avuto una riduzione del 49% della progressione della malattia e della morte, rispetto al 21% delle persone che assumevano ipilimumab.

Secondo quanto riferito, i partecipanti allo studio sono ancora in fase di monitoraggio, ma il tempo di sopravvivenza complessivo mediano per le persone che hanno ricevuto la terapia TIL è stato superiore a due anni, rispetto a poco più di 1,5 anni per coloro che hanno ricevuto ipilimumab.

Il dottor Sandip Patel, oncologo presso l’UC San Diego Moores Cancer Center, è specializzato in immunoterapia del cancro e studi clinici in fase iniziale che coinvolgono immunoterapie in tutti i tipi di cancro.

È concentrato sullo sviluppo di terapie personalizzate che stimolino il sistema immunitario di una persona ad attaccare il proprio tumore specifico.

“Stiamo conducendo studi clinici sulla terapia TIL per il melanoma, così come in altri tumori solidi come il cancro ai polmoni e il cancro cervicale”, ha detto Patel a Healthline.

Patel, che non è stato coinvolto in questo recente studio, pensa che questa ultima ricerca potrebbe essere quella che ottiene l’approvazione di questa terapia dalla FDA.

“La terapia TIL non è ancora stata approvata, ma è probabile che venga approvata presto e, se e quando ciò accadrà, siamo pronti a somministrarla il primo giorno”, ha affermato.

Anche il dottor George Coukos, che lavora presso l’ospedale universitario di Losanna e l’Istituto Ludwig per la ricerca sul cancro in Svizzera, non è stato coinvolto nello studio.

“La terapia TIL è una terapia straordinaria”, ha detto in un comunicato stampa. “Il TIL è un nuovo paradigma per la cura dei tumori e, come dimostrano chiaramente questi risultati, è efficace e fattibile su larga scala. I risultati sollevano speranze per la gestione e la potenziale cura dei tumori solidi metastatici”.

Controlla anche

Le donne più giovani affrontano il 52% in più di rischio di diabete di tipo 2 dopo l’isterectomia

Condividi su PinterestUn ampio studio suggerisce che le donne sottoposte a isterectomia corrono un rischio …